Durigon promette: “E’ nostro primario interesse garantire un futuro produttivo per tutti gli stabilimenti del gruppo Fca in Italia”

Il ministero del Lavoro “non ha ricevuto specifiche richieste di intervento dalle parti sociali” sullo stabilimento Fca di Pratola Serra (Av), “pur essendo attualmente impegnato nella verifica istituzionale relativa alla situazione aziendale, con particolare riguardo alle ricadute occupazionali dello stabilimento ‘Giambattista Vico’-siti di Nola e Pomigliano D’Arco. Come Governo stiamo monitorando l’operazione Fca-Renault con l’obiettivo di avviare una partnership tecnologica che consenta lo sviluppo di nuovi prodotti e di implementare i volumi di attività per l’intero comparto”. Lo ha detto il sottosegretario al Lavoro, Claudio Durigon, rispondendo in XI commissione alla Camera a un’interrogazione a firma Maria Pallini (M5s). “Considerata l’alta strategicità che il settore automobilistico riveste per l’economia nazionale è nostro primario interesse garantire un futuro produttivo per tutti gli stabilimenti del gruppo Fca in Italia.

Il potenziamento del piano di investimenti sul territorio italiano avrebbe come primo effetto che a beneficiarne sarebbe non solo l’azienda, bensì tutti quei lavoratori che con sacrificio e dedizione hanno contribuito a rilanciare il nostro marchio di bandiera del settore auto, in Italia e nel mondo”, ha aggiunto Durigon.