Droga tra Napoli e Avellino: blitz nell'”azienda dello spaccio”

Quattro misure cautelari ad tra Casalnuovo, Casoria, Napoli e Lauro. Un’azienda della droga, molto ben organizzata e con ruoli ben precisi: c’era chi procacciava clienti, chi la consegnava e anche chi la custodiva.

Un’organizzazione di spacciatori sgominata dai carabinieri di Casalnuovo che, nella giornata di ieri, hanno, appunto notificato quattro misure cautelari emesse dal gip di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, nei confronti di Salvatore Aprea, 33enne, Marcella Selva, moglie di Aprea, 37enne già detenuta nel carcere di Lauro per reati in materia di stupefacenti, Agostino Aprea, 36enne e di Rosario Briglia Rosario, 40enne, questi ultimi già agli arresti domiciliari sempre per reati in materia di droga.