Dopo oltre 36 anni di servizio il Capo reparto Antonio De Cunzo appende il “Casco rosso” al chiodo

Comunicato stampa Vigili del Fuozo]

Lo scorso primo novembre, il Capo Reparto Antonio De Cunzo, dopo più di 36 anni di servizio nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, ha lasciato il servizio attivo per essere collocato a riposo per raggiunti limiti di età.

La sua lunga carriera ha visto, dopo il corso di addestramento svolto presso le Scuole Centrali Antincendio di Capannelle, l’assegnazione presso il Comando di Pavia dove ha prestato servizio per cinque anni prima di essere trasferito presso il Comando di Avellino. Con il passaggio alla qualifica di Capo Squadra ha prestato servizio presso la sede di Nola, distaccamento del Comando di Napoli, per poi rientrare definitivamente al Comando di Avellino.

Da Vigile ausiliario ha partecipato alle operazioni di soccorso a seguito del sisma dell’Irpinia del 1980, e ha preso parte a molteplici calamità naturali che hanno colpito la nostra nazione, tra cui il sisma del 1997 in Umbria e Marche, ai soccorsi per il dissesto idrogeologico di Quindici e Sarno nel 1998 e quello di Cervinara del 1999. Ancora ha preso parte all’emergenza rifiuti in Campania negli anni 2007/2008, e al sisma che colpì l’Abruzzo nel 2009, l’Emilia Romagna nel 2012, quello dell’Italia centrale nel 2016 e il sisma del 2017 di Ischia. Tante anche le emergenze che hanno colpito la nostra Irpinia a cui ha partecipato. Il Capo Reparto Antonio De Cunzo, lascia il servizio con la qualifica di Capo Turno della sezione B, ruolo, dice il Comandante Ing. Mario Bellizzi, che ha svolto con grande professionalità, dedizione e senso di responsabilità, e queste qualità hanno sempre caratterizzato la sua figura, prima di Vigile, poi di Capo Squadra e infine di Capo Reparto. Ad Antonio vanno gli auguri per questo nuovo capitolo della sua vita, e soprattutto di meritato riposo da tutto il personale dei Vigili del Fuoco di Avellino.