DOMENICA AMARA PER LA VIRTUS. DOMINA PER 60 MINUTI MA PERDE 1-0 CON IL FAIANO

Il nuovo anno è ancora amaro per la Virtus Avellino che non riesce ad imporsi in casa contro il Faiano e devono rimandare l’appuntamento con la prima vittoria del 2020. Eppure gli uomini di mister Della Rocca avevano disputato un primo tempo tra i migliori della sua gestione, ma un po’ di sfortuna (il palo di Merola al 7’) e un intervento prodigioso di Amabile al 28’ su D’Avella, frenano i padroni di casa che non possono fare altro che recriminare su una sconfitta maturata in pratica avendo subito un solo tiro nello specchio della porta in 90’

 

La cronaca della partita inizia proprio al 7′ quando Merola, da posizione defilatissima, prende il montante alla sinistra di Amabile. La Virtus gioca bene e copre meglio il campo e al 27′ potrebbe passare in vantaggio con il solito Merola che, servito da D’Avella, fa impazzire letteralmente Biancardi, ma il suo tiro di sinistro si allarga oltre misura ed esce. Un minuto dopo è ancoraAmabile a salire in cattedra. Suo un intervento prodigioso che strozza in gola l’urlo di D’Avella. La sua girata ravvicinatissima viene respinta dal portierone salernitano con la mano di richiamo. Il portierone salernitano, un giro di lancette dopo, interviene tempestivamente in uscita ancora su Merola ed evita il peggio. La Virtus continua a spingere ma senza più costrutto e i tiri di Cucciniello, Da Silva e ancora D’Avella non hanno buona sorte.

 

Il copione si ripropone identico anche ad inizio ripresa con la Virtus padrona del campo e Merola poco fortunato che non riesce a segnare il gol del vantaggio. Al 52′ viene ammonito Bincardi. Al 55′ entra Gaita per Lippiello. Ma come spesso capita nel calcio, un taglio sartoriale dalla destra serve Rapolo dalla parte opposta dell’aria di rigore virtussina. Il suo tiro ad incrociare è imprendibile per Parisi, fino a qui inoperoso, e il Faiano passa in vantaggio al 63′. L’inerzia della gara cambia e al 65′ viene ammonito Merola per simulazione. Tra cartellini gialli e falli a ripetizione la gara si trascina avanti così: al 72′ ammoniti Pepe e Gaita per proteste, al 74′ giallo per Coiro, al 76’ entra Modano ed esce Della Rocca e due minuti dopo viene ammonito anche Rapolo per fallo tattico su Gaita lanciato in contropiede. La gara ècontinuamente frazionata e al 82’ esce anche Merola per guai muscolari e Della Rocca è costretto a gettare nella mischia anche il baby Sarro, al debutto in Eccellenza. Al 86′ esce Anzalone ed entra Tozza con Genovese che indietreggia sulla linea dei difensori, ma cambia poco. Un minuto dopo vengono ammoniti Giordano e D’Avella per comportamento non regolamentare e quest’ultimo è costretto ad abbandonare il terreno di gioco al 90’ per un guaio muscolare per far posto a De Cicco. Al 95’ esce anche Rapolo ed entra Di Giacomo e la gara finisce così.