Disabilità, il programma del Mid per il nuovo anno

Come Coordinatore Regione Campania del Mid Movimento Italiano Disabili con questo comunicato stampa desidero annunciare i punti di programma che insieme a tutto il Coordinamento che ho l’onore di rappresentare con coraggio e umiltà cercheremo di attuare in favore di tutti i diversamente abili in questo nuovo anno auspicando che la pandemia ce lo permetta e cessi.

Livelli uniformi su tutto il territorio di assistenza socio-economica che permettano l’autodeterminazione della propria vita; provvedimenti urgenti per le persone con disabilità in difficoltà alloggiativa ; aggiornamento del livelli essenziali del Nomenclatore tariffario degli ausili e protesi;riconoscimento, tutela e sostegno della figura dell’assistente familiare ;immediata adozione dei PEBA da parte di tutti i comuni d’italia; completa accessibilità tramite web a tutti i servizi della P.A. ed adozione della firma digitale; disposizioni per assicurare l’affettiva accessibilità ai mezzi di trasporto per ogni tipo di disabilità , dagli autobus agli aerei; accesso ai servizi di tutela e sicurezza con riferimento alle persone sorde; inserimento lavorativo ; sport per tutti ; amore affetti e sessualità con l’istituzione della figura professionale dell’assistente professionale all’affettività e sessualità ;incremento dei fondi destinati alla ricerca scientifica e migliori procedure di monitoraggio di quanto assegnato.

Come Coordinatore Campania posso ben affermare che questi punti che intendiamo affrontare in questo anno  insieme a tutto il Coordinamento sul territorio della Regione Campania saranno sicuramente  i punti cardine del Congresso Regionale Campania della disabilità che intendiamo e vorremmoindire per primavera se riusciremo a uscire dall’epidemia.

Cosi in una nota stampa Il Coordinatore Regione Campania Giovanni Esposito che ancora una volta alle critiche , alle affermazioni e alle accuse spesso ivolte anche in maniera gratuita alla sua persona e al chiacchiericcio di quartiere risponde con i fatti e con senso di responsabilità operando nella massima trasparenza e nell’ amore verso chi come me vive una disabilità .