Dipartita Frieri, il ricordo del Sottosegretario Sibilia: “Il suo sacrificio esempio di professionalità ed abnegazione“

“Con l’improvvisa scomparsa del dottor Angelo Frieri l’Irpinia perde uno dei suoi professionisti migliori”.
Così il Sottosegretario all’Interno Carlo Sibilia, sulla dipartita del direttore sanitario degli ospedali di Ariano Irpino e Sant’Angelo dei Lombardi, colpito da infarto nella serata di lunedì.
“Il destino ha voluto che il dottor Frieri si spegnesse nel giorno in cui l’Italia sta celebrando la giornata delle vittime del covid- prosegue l’esponente di Governo- Medico in trincea sin dalla fase più critica dell’emergenza sanitaria, Frieri si è speso senza sosta per garantire assistenza ai pazienti, soprattutto quando  il virus è entrato negli ospedali e ha messo in pericolo la vita di tutti.
Un lavoro non facile, diviso tra i presidi di Ariano Irpino e Sant’Angelo dei Lombardi per assicurare al meglio il funzionamento della sanità nelle aree interne. Un professionista amato che avevo avuto modo di conoscere lo scorso anno- ricorda ancora Sibilia- Sin da subito mi diede impressione di grande disponibilità.
Un medico che ha preferito rimandare la pensione, con il desiderio di restare ancora in prima linea nella battaglia contro il Covid. E lo ha fatto fino al sacrificio estremo che, sono certo, l’Irpinia e noi tutti sapremo ricordare come esempio di professionalità e abnegazione”.