De Luca: “Stanco di prese in giro dal Governo, Sud cancellato”

“Rischiamo una dotazione finanziaria con 700milioni in meno. E su questo lancio un grido d’allarme”. Lo ha detto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, intervenendo all’assemblea della Cisl Campania.

“Ad oggi non abbiamo alcuna certezza sulle risorse che si immagina di trasferire nel Sud – ha affermato – né per il nuovo ciclo dei fondi europei né per i fondi straordinari che dovrebbero arrivare dall’Europa. Mi sono stancato – ha sottolineato – di prese in giro su fondi ordinari, fondi del piano europeo, fondi straordinari. In sede di Conferenza delle Regioni, abbiamo proposto come soglia minima il 40% e c’è stata una rivolta delle Regioni del centro-nord. Noi dovremmo puntare almeno al 55-60% dei fondi straordinari”.

“Se non sarà così, per evitare di prenderci in giro, sarà bene comunicare all’Italia che il problema del Sud è stato cancellato dalla scena politica nazionale”. “Preferisco discorsi chiari e non essere preso in giuro – ha concluso De Luca – se l’emergenza Sud vuole essere affrontata per dare respiro all’Italia intera dobbiamo fare scelte conseguenti, altrimenti basta che ci diciamo con chiarezza che il Mezzogiorno è cancellato dalle priorità del Governo nazionale”.