De Luca: “Situazione Covid in Campania sotto controllo”

Vincenzo De Luca

Consueta diretta del venerdì per il Governatore della Campania Vincenzo De Luca. Il Presidente della Regione fa il punto di cosa è accaduto durante la settimana in Campania. Inoltre, pone l’accento sulle nuove misure della Regione a favore di famiglie e imprese per contrastare il caro energia, sulla scuola col ritorno in classe dei ragazzi, ed anche sull’andamento dell’epidemia legata al Covid.

SITUAZIONE ATTUALE IN ITALIA

“Non abbiamo mai vissuto in Italia un periodo così difficile ed un clima pesante. Pesano i due anni legati al Covid, pesa la vicende della guerra in Ucraina, immagini che credevamo di aver cancellato, pesano le notizie di cronaca riguardanti i femminicidi. A Gragnano la vicenda di Alessandro ci ha scosso, ragazzino oggetto di cyberbullismo, a questo si aggiunge una vicenda elettorale sviluppata nel mese di agosto con un clima di grande confusione che non lascia nulla di buono per il post 25 settembre. Poi, la morte della Regina Elisabetta ci ha scosso, una splendida figura di donna e di dedizione verso l’Inghilterra. Pesa in maniera grande la situazione economica delle famiglie italiane. Mai conosciuto un periodo dove tutte queste componenti si mischiassero. Viviamo in un clima mai visto prima. C’è una triplicazione delle bollette della luce e del gas, diventa difficile trovare motivi di serenità e di fiducia nel futuro. In questi momenti bisogna stringere i denti. Bisogna attuare movimenti concreti per i cittadini. Cercheremo di fare tutto quello che è nelle nostre possibilità per famiglie e aziende”.

PIANO ECONOMICO

“Due anni fa emanammo un piano di oltre due miliardi di Euro per le famiglie, aziende. Ad oggi non abbiamo quelle risorse, ma stiamo lavorando per recuperare una centinaia di milioni di Euro. Per il Sud sono disponibili 22 miliardi di euro destinato alle Regioni Meridionali. Da giugno, vengono tenuti bloccati 22 miliardi di Euro, la Regione dovrebbe avere a conguaglio altri 5 miliardi. Questi 22 miliardi vengono bloccati ed io penso che in mezzo al blocco, ci sia qualche forza politica e dopo le elezioni temo che al Sud non arrivino mai, mi auguro che questo delitto sulla nostra pelle non avvenga. Intanto, metteremo in atto l’aiuto per tutti. Presenteremo martedì il piano socio-economico, contributi per gli asili nido, abbonamenti gratuiti per gli studenti, per le imprese, daremo un buono per le attività sportive, e cercheremo di bloccare ogni aumento per il caro bollette dell’acqua. Per quel che concerne l’aumento delle bollette di energia e gas, il piano di sostegno va varato dal Governo Centrale attualmente dimissionario”.

SANITA’

“Ci prepariamo ad avere condizioni di efficienza per quanto riguarda i Pronto Soccorso. Ad Airola abbiamo aperto il nuovo centro anti diabete, ne seguiranno altri. Stiamo completando i lavori agli ospedali, a cominciare dal plesso di Solofra. Ad inizio ottobre inizia la campagna di vaccinazione normale per i bambini, per il Covid, stiamo aspettando di avere delle certezze che non abbiamo sulle dosi di richiamo. Per il resto, devo comunicarvi che la situazione Covid in Campania è sottocontrollo. Non abbiamo registrato picchi di contagio. Ovviamente manteniamo comportamenti razionali. Attendiamo però qualche altra settimana per poterci sbilanciare”.

SCUOLA

“Dovremo seguire con attenzione questa situazione a pochi giorni dal suono della campanella, per ora non abbiamo problemi”.

OPERE PUBBLICHE

“Sono aumentati i costi di produzione. Bisogna trovare nuove coperture finanziarie. Abbiamo completato l’autostazione di Avellino. Investimento importante, terminal bellissimo, con 221 posti auto, asilo nido, entro la fine di settembre si completeranno gli ultimi dettagli burocratici. Nel giro di pochi giorni sarà operativa. C’è da essere orgogliosi. Siamo stati anche nel vecchio Moscati, e abbiamo pensato di collocarci gli uffici dell’Asl e di medicina territoriale, nonchè a laboratori poliambulatori. L’intervento antisismico già è stato fatto. Investiremo 20 milioni di Euro e abbiamo deciso di rivitalizzare quella parte della città di Avellino”.