De Luca: “Il primo valore è la vita. Vaccinatevi”

De Luca

Nella consueta diretta del venerdì pomeriggio, il Governatore della Campania Vincenzo De Luca fa il punto della situazione sull’andamento della diffusione del Covid e sui vaccini, ma prima ricorda le vittime del Coronavirus e sottolinea:
“Immagini incancellabili, abbiamo rivissuto giornate nelle quali si respirava un clima di tragedia, smarrimento e paura. Tanti hanno fatto fatica a capire la dimensione del problema. Abbiamo rivisto la condizione di solitudine anche di coloro che hanno vissuto in prima persona il covid e visti dagli stessi familiari con sospetto. Mi auguro che quello che stiamo rivivendo non ci faccia dimenticare la gerarchia dei lavori con la vita prima di tutto e da difendere”

“Prima Regione investita dall’onda del contagio e si poteva evitare come quello accaduto nelle RSA con scelte più responsabili. Bisognava istituire subito zone rosse. Anche il mondo della scuola investito dal covid non è si è organizzato bene”

VACCINI
“Principale errore non averne prodotto uno in Italia. Le altre nazioni rispetto all’Italia hanno vaccinato anche nei parcheggi, bisogna muoversi perchè siamo in guerra e bisogna correre senza pensare ai formalismi. Il 633mila hanno ottenuto in Campania la prima dose di vaccino, abbiamo già una sorte di barriera per l’evoluzione del contagio. Per gli Over 80 siamo al 70% con 122mila dosi. Nel mondo della scuola, la prima dose l’hanno avuta quasi tutti. Se non c’era l’interruzione di Astrazeneca avevamo quasi concluso. C’è stata anche la possibilità di valutare ai 16enni, ma l’unico vaccino per loro è Pfizer e per le dosi che abbiamo vanno usate per i pazienti fragili. Quando dovesse essere utilizzabile un vaccino per i ragazzi ci adoperemo immediatamente. Le scuole chiuse sono un problema. Siamo consapevoli di questo per le famiglie e gli stessi ragazzi. Faremo di tutto per riaprire le scuola ma solo in condizioni di sicurezza. In Campania anche i ragazzi fanno parte delle terapie intensive. Ripeto, faremo di tutto, ma dobbiamo garantire la vita!. Dobbiamo completare il vaccino a degli Ultra 80enni a domicilio. Ci attiveremo presto”.

ASTRAZENECA
“L’EMA ha certificato che è sicuro e riprende già oggi la somministrazione del vaccino Astrazeneca che in Campania ha già fatto 140mila persone, 120 mila nell’ambito scolastico e 20mila nelle forze dell’ordine. Lo sport sta mettendo le icone dello sport in primis come Vezzali e Totti per far dare fiducia ai cittadini. Io ho fatto Pfizer per dare fiducia, bisogna essere responsabili. Andiamo a vaccinarci con grande serenità e senza paure. Ripeto 140mila vaccinazioni e tutte tranquille. Andate già oggi”
CAMPANIA
“Situazione delicata, siamo in zona rossa con ancora qualche piccola area di irresponsabilità. Dal primo al sette marzo avevamo 1,3 per cento di casi positivi, adesso è 1.65. Cioè un paziente contagiato ne può contagiare uno e mezzo. Attenzione, siamo la Regione più a rischio perchè la Campania ha la Regione con la più alta densita di popolazione e più vasta d’Italia e d’Europa. Non possiamo sottovalutare nulla. Il primo valore è la vita. C’è un numero elevato di sintomatici e 2700 positivi al giorno. Troppi. Terapie  intensive occupate al 27% se andiamo al 30% è inevitabile chiudere altri reparti negli ospedali. E’ questo il motivo perchè prendiamo decisioni drastiche”.