De Luca: “Il Covid c’è ancora. Ad oggi il doppio dei positivi rispetto all’anno scorso”

De Luca

Consueta diretta del venerdì pomeriggio per il Governatore della Campania Vincenzo De Luca che traccia un bilancio di quello che si è svolto nella nostra Regione.

VIOLENZA SULLE DONNE E BABY GANG

“Stiamo assistendo a tanti episodi del genere, episodi atroci di mamme che uccidono le figlie. Sono episodi che sconvolgono la nostra sensibilità, frutto di follia, pazzia, altre volte episodi di cinismo. Tante donne in Italia rischiano episodi di violenza, dobbiamo tutelare tutte loro che vivono una condizione di solitudine, occorre fare di più, attenione da parte della Magistartura e Forze dell’Ordine. In Campania Teresa Buonocore anni fa fu minacciata, non fu tutelta. Oggi abbiamo alcune esplosioni di violenza che riguarda quartieri popolari, baby gang, bande giovanili che si stanno allargando che rischiano di diventare espressione di identità giovanile distorta. Non possiamo tollerare pezzi di città importanti in mano a bande di ragazzini. Voglio sottolineare episodi di violenza su ragazze che vengono molestate, assediate che non possono tornare a casa di notte e su un treno vengono circondate, questi episodi mi fanno venire il sangue agli occhi. Occorrono misure dure da parte della Magistartura per stroncare questo fenomeno, misure se serve repressive soprattutto per il reato di stupro. Non più tollerabile”.

GUERRA IN UCRAINA

“Iniziamo a vedere le prime conseguenze a danno delle nostre economie e famiglie. Ridotte le forniture di gas dalla Russia, non avremo una autonomia energetica. Ho la sensazione che se la guerra andrà avanti anche in estate avremo conseguenze sulle nostre forniture economiche e sui bilanci economici familiari. Sta aumentando tutto, dalla benzina, al costo della vita. Se perdiamo le forniture energetiche la situazione diventerà insostenibile”.

COVID

“Non avere un atteggiamento di sottovalutazione, abbiamo ancora molti contagi. Per evitare il contagio bisogna fare uno slalom, ma tutto sommato non ci sono ricoveri in terapia intensiva e numeri catastrofici. Stiamo attenti, il numero dei positivi di adesso è quasi il doppio dell’anno scorso. Vero che i sintomi sono leggeri, ma il numero di positivi è estremamente elevato. Quello che preoccupa e questa incidenza perchè in autunno avremo una situazione pesante. Vi prego di non essere superficiali. Devo fare questo richiamo, io odio farlo, ma negli assembramenti al chiuso indossiamo la mascherina anche se il Governo dice che non è obbligatorio, anche su traghetti, aerei e mezzi di trasporto”.