De Luca consegna le chiavi dell’ex Isochimica alla ditta che si occuperà della bonifica

Sono stati consegnati ieri mattina i lavori inerenti il 1° Lotto funzionale dell’intervento di bonifica dell’Isochimica, che prevederanno la rimozione degli oltre 500 cubi di cemento contenenti amianto friabile. “La Regione Campania seguirà fino all’ultimo i lavori di bonifica dell’ex Isochimica, priorità del nostro programma di interventi ambientali in Irpinia – dichiara il governatore Vincenzo De Luca -.

Dal punto di vista programmatico – precisa – avevamo due emergenze importanti da affrontare sul piano ambientale ad Avellino e provincia. La prima riguarda l’Isochimica, la seconda la depurazione delle acque nell’area solofrana”.

Il governatore De Luca, in Irpinia per consegnare le chiavi della fabbrica dei veleni alla ditta che si è aggiudicata i lavori di bonifica precisa: “L’operazione di bonifica dell’Isochimica costa complessivamente 12 milioni di euro. Due anni fa avevamo già impegnato ben dieci milioni di euro nel Patto per la Campania, poi siamo riusciti a strappare anche qualche risorsa nazionale“.

I lavori, finanziati dalla Regione Campania (FSC 2014/2020 – Patto Sviluppo Regione Campania del 24/04/2016) saranno effettuati dal raggruppamento di imprese “SIMAM spa, La Carpia srl, Castiglia srl e Mondo Ecologia srl”, che si è aggiudicata la procedura pubblica di gara, indetta dal Responsabile del procedimento, arch. Michelangelo Sullo. Il cronoprogramma dei lavori prevede 100 giorni lavorativi. I lavori saranno diretti dall’arch. Salvatore Porreca, anche progettista dell’intervento insieme al geom. Giancarlo Cerrone, dipendenti del Comune di Avellino. La consegna dei lavori è avvenuta alla presenza del Governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, del Presidente del Consiglio Regionale, Rosa D’Amelio, del Prefetto di Avellino, Maria Tirone e del Commissario straordinario, Prefetto Giuseppe Priolo.