De Cesare:”Ora non posso esercitare la Call. Sono dispiaciuto e addolorato…”

Gianandrea De Cesare è tornato in città. L’ex patron di Scandone e Avellino è stato questa mattina in Tribunale e all’uscita ha voluto chiarire: “Non mi sono nascosto, ma è stato solo rispetto nei confronti di questa piazza. Sicuramente c’è molto dispiacere. Avrei fatto di tutto affinché tutto questo non accadesse. Seguo le vicende dello sport irpino con dolore, perché sono molto dispiaciuto”.

In merito alla famosa call relativa all’Us Avellino “L’eventuale opzione in questo momento non può essere esercitata da me, ma non si possono fare previsioni”.