Covid e Cassa Integrazione, l’estenuante attesa di più di mezzo milione di lavoratori

Più di mezzo milione di lavoratori italiani, da mesi, non riceve la Cassa Integrazione.

Un’attesa lunga ed estenuante per ricevere un versamento dell’integrazione salariale per Covid-19.

Ed ancora. Ci sono circa 400mila dipendenti delle aziende artigiane, che prendono però i soldi della cassa integrazione dal Fondo di solidarietà bilaterale alternativo dell’artigianato, all’asciutto da maggio. Ieri sera il ministero del Lavoro ha annunciato la registrazione presso la Corte dei Conti del provvedimento e di quello dei lavoratori somministrati che vale 125 milioni. A questo punto per Cna la speranza è che i pagamenti si sblocchino a ottobre.

Per quanto riguarda i trattamenti gestiti dall’Inps, stando agli ultimi dati aggiornati al 7 settembre, ci sono ancora 23mila dipendenti che aspettano la mensilità di marzo, 33 mila quella di aprile, più di 121 mila attendono i soldi della cassa integrazione di maggio, a 136mila deve essere corrisposta l’integrazione di giugno, a 77 mila quella di luglio e a circa cinquemila quella di agosto.

Circa trentamila sono, invece, i lavoratori che non hanno ottenuto finora nemmeno una delle mensilità che spetta loro.