Coronavirus nel mondo, prorogata la lista dei 13 Paesi “bannati”

Prorogata la lista dei 13 Paesi dai quali non si può raggiungere l’Italia a causa della diffusione del Coronavirus. La posticipazione terminerà il 31 luglio, quando scadrà la copertura dello stato di emergenza, in attesa del suo prolungamento.

Le valutazioni, però, sono ancora in corso e la lista potrebbe allungarsi.

Tuttavia, i dati parlano chiaro: in Italia almeno la metà dei nuovi casi positivi registrati sono di cittadini arrivati dall’estero o comunque collegati a positivi venuti da oltre confine.

Pakistan e India, sono i sorvegliati speciali, ma a preoccupare, è anche la situazione sempre più complicata dei Paesi balcanici, in particolare della Serbia, che con poco più degli abitanti del Lazio ha già quasi 20mila casi totali.

Ricordiamo che i 13 paesi sono: Bangladesh, Armenia, Bahrein, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù e Repubblica Dominicana.