Coronavirus: mascherine esaurite, ma sono prodotte a Wuhan

La psicosi Coronavirus ha contaggiato l’Italia.

I cittadini del Belpaese stanno inondando le farmacie per acquistare la mascherina protettiva ma non hanno fatto i conti con un aspetto: sono prodotte a Wuhan, città epicentro dell’epidemia, come confermato dalla stessa dottoressa Ingria e come si vede in questa immagine.

“Siamo rimasti solo con 60 pezzi – racconta la dottoressa Maria Ingria, titolare di una farmacia della capitale -. Ne vendiamo da mille fino a 5mila al giorno”.