Coronavirus Italia, bollettino del 24 marzo. Altri 743 morti. Contagi, frena la crescita

Covid-19, nel corso della lettura del bollettino, ieri, la Protezione Civile e il capo dipartimento Angelo Borrelli hanno comunicato che torna a salire il numero dei decessi.

Sono complessivamente 6.820 le vittime, con un aumento rispetto a due giorni fa di 743. Come riporta quotidiano.net, lunedì l’aumento era stato di 601. I casi totali di infezione da inizio epidemia sono ora 69.176 (+5.249 rispetto a lunedì). I guariti aumentano a 8.326 (+894). I pazienti in terapia intensiva sono 3.396.

Dai dati della Protezione civile emerge che il numero degli attualmente positivi sale a 54.030 (+3.612). Sono 19.868 i malati in Lombardia (958 in più di ieri), 7.711 in Emilia-Romagna (+491), 5.351 in Veneto (+365), 5.124 in Piemonte (+595), 2.497 nelle Marche (+139), 2.519 in Toscana (+218), 1.692 in Liguria (+139), 1.545 nel Lazio (+131), 992 in Campania (+63), 848 in Friuli Venezia Giulia (+77), 975 in Trentino (+61), 699 in provincia di Bolzano (+11), 940 in Puglia (+78), 799 in Sicilia (+118), 622 in Abruzzo (+17), 624 in Umbria (+68), 379 Valle d’Aosta (+0), 395 in Sardegna (+52), 304 Calabria (+24), 55 in Molise (+5), 91 in Basilicata (+2). Quanto alle vittime, se ne registrano 4.178 in Lombardia (+402), 985 in Emilia-Romagna (+93), 216 in Veneto (+24), 374 in Piemonte (+59), 231 nelle Marche (+28), 129 in Toscana (+20), 231 in Liguria (+19), 56 in Campania (+7), 80 Lazio (+17), 64 in Friuli Venezia Giulia (+10), 44 in Puglia (+7), 38 in provincia di Bolzano (+9), 20 in Sicilia (+7), 46 in Abruzzo (+8), 19 in Umbria (+3), 19 in Valle d’Aosta (+7), 56 in Trentino (+15), 10 in Calabria (+3), 15 in Sardegna (+4), 8 in Molise (+1), uno in Basilicata (+0) .