Coronavirus, Gruppo Caldoro: “Ritardi della Regione sulla sanità e bisognerà fare chiarezza”

“In Campania bisognerà accendere un faro sui ritardi della Regione nella gestione della emergenza sanitaria”. Così in una nota il Gruppo ‘Caldoro Presidente’ in Consiglio regionale della Campania.

“Passati i gironi più critici, in Consiglio e nelle sedi opportune, proporremo – dicono dal Gruppo  -un’azione per comprendere e leggere i ritardi della Giunta. Da due settimane il centrodestra chiede di coinvolgere la sanità privata e convenzionata nella gestione dell’emergenza, di coinvolgere le associazioni più rappresentative del mondo sanitario per un confronto utile e costruttivo ma Palazzo Santa Lucia si chiude a riccio”.

“In queste ore sono arrivate – ricordano dal Gruppo consiliare  – le considerazioni dell’Anaao che, fra le tante osservazioni, dice ‘non si poteva fare peggio’, quelle dell’Aspat che lamenta la incapacità della Regione nell’ascolto rispetto alla richiesta di riorganizzare la rete della emergenza. Ultime le considerazioni di Federlab che, al netto di importanti considerazioni, si dice ‘allibita’ dai ritardi della Regione e che denuncia ‘gli sprechi’ per l’acquisto di alcuni tamponi”.

“Servirà chiarire ogni aspetto” conclude la nota del Gruppo.