Coronavirus, Conte: ‘Dpcm necessario o epidemia ci sfugge di mano’

Giuseppe Conte

“Il quadro europeo di diffusione della pandemia è molto preoccupante e governo non ha mai smesso di investire per rendere più resiliente il l’intero sistema nazionale potenziando sanità e scuola con un investimento per 17 miliardi”. Lo ha detto il premier Giuseppe Conte al ‘premier timè alla Camera.

“Non abbiamo adottato misure secondo un criterio arbitrario nè operando una gerarchia di valori tra le attività”, ha spiegato Conte ma le misure, in particolare quelle dell’ultimo Dpcm, rispondono “allo scenario numero 3” elaborato da uno studio dell’Istituto superiore di Sanità e il loro effetto “non va valutato in questi primi giorni ma nell’arco di due settimane”.
“Sono misure severe” e, ricorda Conte, “le abbiamo illustrate preventivamente ai capigruppo di maggioranza e opposizione”, ma “le riteniamo assolutamente necessarie per contenere” la diffusione dei contagi. “Diversamente la curva è destinata a sfuggirci di mano”.