Contro il Rende 4-3-3, bisogna invertire il trend

Mentre il dilemma sugli svincolati persiste, in casa Avellino si vagliano possibili nuove soluzioni in campo per un match quello contro il Rende assolutamente da non sbagliare.

Dovrà di sicuro fare la conta degli assenti come sempre Giovanni Ignoffo, che proverà ad avere almeno a mezzo servizio due giocatori come Karic e Charpentier, cercando di sfruttarli nella ripresa. All’inizio l’allenatore siciliano, si affiderà di sicuro ad Alfagame al centro con Parisi e Micovschi pronti a dargli supporto nell’inedito ruolo di punta in un 4-3-3 di matrice zemaniana.

TREND DA INVERTIRE – Bisognerà ritrovare il successo assolutamente ed interrompere la striscia di tre sconfitte consecutive, che si è ripetuta spesso in epoca moderna nel torneo di C. Infatti, nel torneo 93-94, i lupi persero in ordine con Perugia, Sambenedettese ed Ischia, nel torneo 96-97 Ancona, Lodigiani e Sora fecero piangere i lupi.

Torneo 99-00 Catania, Palermo e Nocerina. Tre stop di fila anche l’anno successivo sotto la guida di Ammazzalorso.