Contrada, chiusura anno scolastico: il bellissimo messaggio del sindaco

Su Facebook, il primo cittadino di Contrada, Pasquale De Santis, ha tracciato il punto sull’anno scolastico appena trascorso, inviando un messaggio molto toccante ai sui concittadini.
“L’anno scolastico appena concluso è stato un anno estremamente impegnativo, che ha comportato restrizioni e molteplici sacrifici da parte di tutti al fine di contenere il propagarsi del contagio tra i giovani studenti del nostro plesso scolastico.
Lo sforzo di questa Amministrazione è stato in questi mesi proteso a tutelare la sicurezza dei bambini e a garantire loro un anno scolastico quanto più vicino alla #normalità in un momento storico che nulla ha avuto di normale.
Ci siamo riusciti???
È difficile rispondere a questa domanda, non siamo alla ricerca di like, abbiamo una sola certezza, la gioia negli occhi dei bambini alla consegna del #diplomino di maturità ci ripaga degli sforzi, delle preoccupazioni e delle paure dei mesi scorsi.
Non è stato facile ma lo sforzo è stato congiunto e come sono ormai solito dire #insieme ce l’abbiamo messa tutta.
È per questo che voglio ringraziare tutti coloro che hanno contribuito, collaborato e avuto fiducia nell’operato dell’amministrazione comunale; #ringrazio i genitori per aver educato i loro figli al rispetto delle regole umane e sanitarie, #ringrazio la dirigente scolastica, prof. Angela Paletta, e tutto il personale docente per la pregevole offerta formativa sia in presenza che a distanza dimostrando altissima professionalità e senso del dovere, ringrazio il preziosissimo supporto del personale ATA per aver provveduto all’accoglienza e alle esigenze dei piccoli contradesi nel massimo rispetto delle norme antiCOVID.
Ma il ringraziamento più grande va a loro, ai bambini ed ai ragazzi di Contrada che hanno mostrato coraggio, determinazione e serietà nella lotta contro la crisi umana e sociale determinata dalla pandemia, dando slancio e vigore anche ai più grandi.
Auguro a tutti Voi una solare e spensierata estate, nella certezza che il prossimo anno scolastico sarà quello del ritorno alla tanto agognata normalità”.