Confessa un falso omicidio per farsi sgomberare la neve

Come riferisce il New York Post un uomo ucraino di cui non sono state rese note le generalità, è ricorso ad un discutibile stratagemma per far pulire dalla neve la strada di cui abita. Ha chiamato la polizia confessando di aver appena accoltellato a morte il fidanzato della madre ed implorando un pronto intervento prima che la situazione potesse ulteriormente degenerare.

Ma anche subito precisato come riferito dal portavoce della Polizia Yuliya Kovtun che per poter raggiungere la sua casa sarebbe stato necessario intervenire con uno spazzaneve per pulire la strada, sulla quale altrimenti non sarebbe stato possibile passare.

Ma gli agenti chissà che abbiano mangiato la foglia sono riusciti a raggiungere la casa del presunto omicida con un semplice suv e hanno trovato la “vittima” illesa, secondo quanto riferito da Kovtun.

E ovviamente, di fronte all’evidenza, il “killer” ha confessato subito di aver inventato l’omicidio, apparentemente escogitato a causa dell’insoddisfazione per la qualità del servizio di spazzatura della neve nella sua strada.

L’uomo, del villaggio di Grybova Rudnya, dovrà ora scontare le conseguenze non soltanto economiche per aver presentato una falsa denuncia ed aver causato un procurato allarme.