Confermato rallentamento dell’epidemia: la situazione resta complicata

I dati parlano chiaro: l’ultimo bollettino della Protezione civile dice che ieri, per l’Italia, è stato il giorno con meno nuovi ricoveri, sia per la terapia intensiva che per gli altri reparti con pazienti Covid.

L’aumento dei positivi ricoverati in rianimazione è dello 0,45%, dimezzato rispetto alla giornata di domenica.

Migliorano anche i dati dei ricoverati in reparti extra rianimazione: ora i pazienti sono 28.540 e l’aumento in 24 ore è
stato dello 0,48%, mentre domenica il trend di crescita era del 2,6%.

Un andamento stabile in cui diminuiscono le chiamate al 118 e nel bollettino quotidiano sull’epidemia si comincia a parlare di curva in calo.

Tuttavia, la situazione resta complicata. E il sud non è escluso. In Campania, ieri, su 1.833 tamponi eseguiti, 221 persone sono risultate positive per un totale complessivo di 2.677 contagi. 49 solo in Irpinia in 24 ore.

Il messaggio, dunque, è sempre lo stesso. Bisogna tenere duro con le misure di distanziamento sociale
finché non c’è un abbassamento ben più significativo della curva dei contagi. Non esiste un altro modo.

La stragrande maggioranza degli italiani sta dimostrando grande senso di responsabilità ma bisogna perseverare. Dobbiamo continuare su questa linea.