Compleanno amaro per Capuano, lupi beffati a Teramo nel finale

Teramo-Avellino 1-0

TERAMO (4-3-2-1): Tomei; Cancellotti, Cristini, Soprano (35′ st Iotti), Tentardini; Costa Ferreira, Arrigoni, Ilari; Bombagi (48′ st Piacentini), Santoro (35′ st Minelli); Magnaghi. A disp.: Valentini, Lewandowski, Florio, Martignago, Cappa, Fiore, Birligea. All.: Tedino.

AVELLINO (3-5-1-1): Tonti; Illanes, Morero, Bertolo; Celjak, Laezza, Di Paolantonio, Evangelista (1′ st Rossetti), Parisi; Micovschi (28′ st Albadoro); Alfageme. A disp.: Pizzella, Zullo, Njie, Carbonelli, Acampora, Russo. All.: Capuano.

ARBITRO: Tremolada di Monza.

Guardalinee: Valletta-Montagnani.

MARCATORE: 45′ st Bombagi.

NOTE: spettatori 2446 (251 da Avellino). Al 27′ st Tonti ha parato un calcio di rigore a Bombagi. Ammoniti: Tentardini, Soprano, Laezza. Angoli: 5-2 per il Teramo.

LE SCELTE – Ezio Capuano è costretto a fare di necessità virtù. Il tecnico biancoverde, privo degli infortunati Silvestri e Charpentier e dello squalificato De Marco, schiera un Avellino inedito. Il tecnico di Pescopagano manda in campo dal primo minuto il neo acquisto Bertolo. Ma le novità riguardano la mediana dove Laezza di professione difensore viene schierato al fianco di Di Paolantonio, così come gioca dal primo minuto Evangelista. Esordio assoluto per lui in una gara dall’inizio.
3-5-1-1 per i biancoverdi con Tonti, Illanes, Morero e Bertolo a completare la difesa. Celjak, Laezza, Di Paolantonio, Evangelista e Parisi in mediana. Micovschi alle spalle di Alfageme.

LA GARA –
Al 10 è Evangelista di testa a mandare la sfera sul fondo. Il centrocampista irpino crea il primo pericolo.
Al 20′ Magnaghi segna, ma la sua posizione su punizione di Bombagi è irregolare.
Al 22′ Tonti salva su un rasoterra di Santoro.
Al 29′ Ancora pericoloso il Teramo. Bombagi pennella un lob a cercare Magnaghi che prova un pallonetto sporcato da Tonti, ma l’arbitro non concede l’angolo.
Al 45′ è Parisi a provarci in diagonale, tiro bloccato dall’estremo diensore di casa.

SECONDO TEMPO – Al 3′ è super Tonti a salvare su Magnaghi dopo una punizione di Bombagi.
All’8 è Micovschi con una bella punizione a giro ad impensierire l’estremo biancorosso.
Al 18′ traversa di Bombagi su calcio di punizione.
Al 23′ un indemoniato Tonti salva nuovamente su Magnaghi.
L’Avellino stringe i denti e prova a portare a casa un punto.
Al 25′ Morero atterra Bombagi, è calcio di rigore. Dal dischetto il numero 19, ma Tonti salva nuovamente. Che prestazione del portiere ex di turno.
Al 32′ è Di Paolantonio a provarci con una punizione a giro, ma Tomei salva. Il match sembra andare verso lo 0 a 0.

Allo scadere al 45′ è Bombagi lasciato in area solo da Rossetti su calcio d’angolo a siglare il gol della vittoria. Beffa finale per l’Avellino che si era difeso con estremo ordine, nonostante le tante assenze. Un compleanno amaro per il tecnico Capuano oggi in Tribuna per squalifica.

Applausi per la squadra che adesso, deve pensare subito alla gara contro il Catania. Domani arriva il portiere Dini e si aggrega l’argentino Federico, in attesa di altri rinforzi.