Coluccino fa un passo indietro: la nota del suo avvocato

La candidata schierata nella compagine Ora Avellino, a sostegno di Gianluca Festa, si ritira: “Faccio un passo indietro perchè non voglio essere di intralcio alla lista”. Questo dice in sostanza Rita Coluccino, la 39enne finita nell’operazione antidroga che ha smantellato una rete di spaccio in città.

Attraverso il suo legale, Samuela Scardino, la donna ha annunciato il ritiro della candidatura dalla competizione elettorale. L’avvocato Scardino, per conto della sua assistita, ha diffuso una nota proprio al fine di comunicare l’intenzione della Coluccino «di ritirare la candidatura al Consiglio Comunale di Avellino, proposta con la lista Ora Avellino in vista delle elezioni comunali del prossimo 26 maggio, per motivi di opportunità e di rispetto nei confronti degli elettori e della lista, rappresentando la sua assoluta inconsapevolezza del procedimento penale in corso, avendone appreso l’esistenza solo dopo l’esecuzione dell’ordinanza cautelare, notoriamente atto a sorpresa per tutti i soggetti attinti da tale provvedimento. La signora Coluccino – continua la nota – che non può fare a meno di esprimere il proprio rammarico per l’accaduto, non intende intralciare in alcun modo l’attività politica della lista elettorale che sosteneva con la sua candidatura, né l’attività degli organi inquirenti tuttora in corso. Provvederà, pertanto, ad esercitare legittimamente il suo diritto di difesa in sede giudiziaria”.

E sul fronte giudiziario, la 39enne è ai domiciliari. Nella giornata di oggi saranno ascoltati i tre finiti in carcere.