Cloud gaming: nuove prospettive per il settore dei videogiochi

Il termine “cloud” fa riferimento a una tecnologia ormai ampiamente utilizzata sul web in vari settori, legati tanto all’ambito professionale quanto all’intrattenimento. Proprio i videogame rappresentano oggi uno dei principali campi di applicazione delle tecnologie cloud, che hanno aperto a modalità del tutto nuove di usufruire dei servizi di gioco: ma cosa significa tutto questo più nel dettaglio? E quali sono i vantaggi per gli utenti?

 

Come funzionano le tecnologie cloud

 Per comprendere appieno i vantaggi legati all’uso delle tecnologie cloud e i cambiamenti apportati al settore dei videogiochi, è interessante osservare come funzionano questi moderni sistemi. Il “Cloud”, ossia in inglese “nuvola”, non è altro che uno spazio di archiviazione virtuale, un server in cui è possibile conservare grosse moli di dati e contenuti di ogni genere.

Proprio come accade quando si memorizzano dei file sull’hard disk di un PC, allo stesso modo con i servizi cloud è possibile salvare immagini, video e qualsiasi altra tipologia di file sul server messo a disposizione da una società fornitrice. Com’è facile intuire, in questo modo si riescono a conservare grosse quantità di file senza saturare il proprio dispositivo, un’opportunità davvero interessante se si considera quanti contenuti quotidianamente vengono generati grazie alla disponibilità di apparecchi sempre più avanzati, come gli smartphone, in grado di scattare foto, registrare video e leggere quasi tutti i formati di file.

Non solo, grazie ai servizi cloud, gli stessi file archiviati all’interno del server virtuale possono essere anche condivisi, per scopi di visualizzazione o di modifica, da altri utenti autorizzati, il che apre all’opportunità di lavorare in contemporanea su uno stesso progetto pur trovandosi in luoghi diversi.

 

Cosa cambia nel mondo dei videogame con i servizi cloud

 Appare evidente, dunque, l’importanza delle tecnologie cloud per qualsiasi settore: basti pensare alla possibilità di condividere un progetto lavorativo con il proprio team collegato in remoto oppure alla visione di film presenti su una piattaforma di streaming, che sfrutta proprio un server cloud per mettere a disposizione un catalogo di contenuti online.

Il mondo dei videogame è, da questo punto di vista, uno dei più interessati all’uso di questa nuova tecnologia, che oggi offre l’opportunità di migliorare l’esperienza complessiva di gioco e di avere a portata di mano un’ampia scelta di titoli senza dover disporre dei tradizionali supporti virtuali, come CD e DVD.

È proprio grazie al cloud che oggi prendono sempre più piede piattaforme interamente dedicate al gaming, come per esempio Stadia di Google o i casino digitali, pronti a offrire una ricca scelta di giochi di vario genere da utilizzare interamente online. Proprio il comparto i-Gaming, ossia quello dei giochi che prevedono scommesse e puntate in denaro, ha trovato terreno fertile nelle tecnologie cloud, potendo assicurare agli utenti cataloghi sempre più ampi e strumenti avanzati per potersi divertire senza dover effettuare il download delle diverse opzioni.

Peraltro, gli stessi operatori di casino online aprono sempre più spesso i propri portali anche a coloro che non dispongono di un abbonamento, fornendo accessi più o meno limitati nel tempo per effettuare dei giri gratis e, dunque, testare la qualità del prodotto prima di effettuare un deposito in denaro.

 

Giochi in cloud: tanti vantaggi per gli appassionati

Da questa breve panoramica sui servizi cloud e, in particolare, sull’applicazione degli stessi nel campo dei videogame, è facile tirare le somme riguardo ai principali vantaggi per l’utente finale. Giocare in cloud significa infatti avere a disposizione una scelta sempre più ampia di titoli semplicemente sfruttando una connessione a internet e, dunque, senza la necessità di dover acquistare per ognuno di essi un nuovo supporto.

Si riducono inoltre i problemi di compatibilità, che tanto potevano pesare negli anni passati per gli utilizzatori di PC e console: i giochi presenti sulle piattaforme in cloud, infatti, possono oggi essere raggiunti da un’ampia gamma di dispositivi, che spaziano dai computer agli smartphone, fino ad arrivare alle moderne Smart TV.

Infine, da non sottovalutare è l’abbattimento dei costi legati agli aggiornamenti hardware di PC, console e altri apparecchi, necessari per garantire un corretto funzionamento dei videogiochi: tutto infatti corre online e basta connettersi per avere accesso al proprio gioco preferito.