Città di Avellino, travolta la Forza e Coraggio

Finalmente Città di Avellino. Prima vittoria interna della stagione per i biancoverdi che superano tre a zero la Forza e Coraggio di mister Camorani. La squadra di Sgambati trova tre punti importanti in chiave salvezza contro una diretta concorrente.
4-4-2 per il tecnico mandamentale con le novità Ronga e Tito in avanti, saranno entrambi decisivi. Bruno in porta, inedita coppia centrale Ceparano, partita sontuosa per l’ex Pomezia, che propizia il primo gol e salva un gol già fatto nella prima frazione su Poziello e De Vita, altro top del match. Pecorella e l’adattato Gagliardo da sinistra a destra. Da Silva e Vasta per la mediana, completano l’undici di partenza, Pescatore e D’Argenio.
La partita vive di sussulti già nelle prime fiammate. All’8′ ingenuità di Napolitano che stende in area Pescatore dopo un’uscita avventata. Diomaiuta decreta il calcio di rigore. Dal dischetto il neo arrivo Ronga spiazza incrociando il pallone Napolitano. Il Città si galvanizza. Al minuto 25 il gol del raddoppio. Pennellata dalla bandierina di Vasta, zampata di Tito, palla in rete. Per l’attaccante nigeriano è la prima rete in maglia biancoverde. A questo punto, i sanniti prendono in mano le redini del gioco, Pulcino ed il sempreverde Poziello creano più di qualche grattacapo alla retroguardia irpina che però non molla di un centimetro. Al 40′ è bravo Bruno a disinnescare una punizione di Guida. Nella ripresa, gli ospiti cambiano subito mettendo nella mischia Jallow e sulla corsia mancina, l’attaccante giallorosso è una spina nel fianco. Diverse volte ha provato a battere a rete senza però conseguenze. La gara scivola via, nei padroni di casa debutta anche l’ex Bacoli e Pianura Antonio Mangiapia che ha sovrastato i cannonieri ospiti ed ha guidato i compagni di reparto per tutto il resto della gara. Al 92′ arriva la seconda rete personale di Vasta in campionato, terza per il Città. Azione di rimessa, palla all’ex centrocampista di Foggia e Cervinara che scarica un sinistro chirurgico che prima bacia la parte alta della traversa, poi si infila all’incrocio dei pali.

Il Tabellino:

Città di Avellino: Bruno, Gagliardo, Pecorella (88′ Chiocchi), Da Silva, De Vita, Ceparano, Pescatore (75′ De Gennaro), Vasta, Ronga, Tito (70′ Mangiapia), D’Argenio (78′ Moffa)

All: Sgambati

Forza e Coraggio: Napolitano, Cioffi, Noviello, Guida, Tufo, Scognamiglio, Milone, Paolella, Poziello, De Ieso, Pulcino

All: Camorani

Reti: 8′ Ronga, 25′ Tito, 92′ Vasta