Ciampi (M5S) dopo l’inaugurazione del centro autismo di Sant’Angelo: “Adesso tocca ad Avellino”

Riceviamo e pubblichiamo una nota di Vincenzo Ciampi del Movimento Cinque Stella ha fatto il punto della situazione sull’inaugurazione del centro autismo di  Sant’Angelo e ponendosi degli interrogativi sulla mancata apertura di quello del Rione Valle di Avellino

“Ho depositato oggi la mia interrogazione al presidente della Giunta Regionale della Campania in relazione alla mancata apertura del centro per l’autismo di Valle ad Avellino. Prendo atto che il presidente della Giunta nel giorno dell’inaugurazione di un analogo centro a Sant’Angelo dei Lombardi si è impegnato a fare altrettanto per Avellino. Cionondimeno è necessario fare chiarezza su una una vicenda annosa e da anni in sospeso. E sulla quale chiedo di sapere quali azioni immediate intende intraprendere per rendere operativo il Centro del rione Valle di Avellino per assicurare alle famiglie il diritto, previsto per legge, di presa in carico ed assistenza ai propri figli affetti da disturbi dello spettro autistico, ancora più necessarie in questo momento storico. Chiedo anche perché la competente ASL di Avellino non ha regolarmente attivato la struttura nel quartiere Valle di Avellino, realizzata per servire una utenza vasta presente nel capoluogo e nell’hinterland, mentre appunto è stata avviata l’apertura di analoga struttura di eguale importanza e utilità ma in un’area obbiettivamente più decentrata e meno popolosa come Sant’Angelo dei Lombardi.
Ricordo anche che con DGR n. 131 del 31/03/2021 la giunta regionale ha approvato il documento “Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per la presa in carico globale ed integrata dei soggetti con disturbi dello spettro autistico in età evolutiva” con il quale si impegna a fornire il necessario personale per la gestione del centro. Ed è proprio il tema del personale, dei concorsi relativi per specifiche figure, che ancor più mi preoccupa e richiede grande attenzione2.