Centro per l’Autismo di Valle, oggi incontro in Prefettura

Si è tenuto questa mattina, in Prefettura, un incontro da remoto sullo stato di avanzamento del progetto
relativo alla realizzazione del Centro per l’autismo di Valle.
La riunione, indetta per contribuire ad accelerare le iniziative e le azioni ancora necessarie per l’attivazione definitiva della struttura, è stata convocata anche alla luce dell’accorato invito del Vescovo Aiello e per corrispondere alle molteplici esigenze che vengono segnalate dal territorio.
Il confronto, coordinato dal Capo di Gabinetto della Prefettura, ha visto la partecipazione del Sindaco di Avellino e del Direttore Generale dell’Asl, ed è stato utile per chiarire, da una parte gli interventi che il Comune sta portando avanti per concludere i lavori volti a rendere disponibile l’immobile, dall’altra, per definire i servizi e le attività che l’Asl intende trasferirvi.
Grazie all’ampia collaborazione interistituzionale che si è registrata nel corso della riunione, si è convenuto sulla necessità di promuovere ogni azione utile nell’interesse dei soggetti affetti da autismo, condividendo il carattere di semi residenzialità che la struttura dovrà rivestire, con spazi adeguatamente realizzati per andare incontro alle specificità dei pazienti ed ai bisogni delle famiglie.
L’Amministrazione Comunale si è impegnata a comunicare, a stretto giro, lo stato di avanzamento dei lavori ed il cronoprogramma per il completamento delle opere, cui farà seguito il rilascio delle certificazioni di rito, richiedendo contestualmente all’Asl il dettaglio delle attività che saranno svolte all’interno della struttura.
L’Azienda Sanitaria, d’altra parte, ha assicurato di specificare i servizi che saranno allocati presso il nuovo Centro, tenendo conto del quadro normativo istitutivo dei Centri Unici per neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza, prevedendo, quindi, percorsi dedicati ai pazienti con disturbi dello spettro autistico, under ed over 18, ed un’assistenza semiresidenziale secondo modalità analoghe a quelle offerte dal Centro di Sant’Angelo dei Lombardi.
Gli attori presenti hanno confermato la grande attenzione e sensibilità sul tema, particolarmente avvertito dal territorio, dove sono presenti anche molte associazioni che operano per il benessere di minori e adulti con autismo, e che rappresenta per tutti una priorità da garantire.
La Prefettura seguirà con costanti aggiornamenti la situazione, al fine di monitorare gli sviluppi delle iniziative e degli interventi che sono stati illustrati, per riuscire a potenziare, in tempi celeri, una rete di assistenza adeguata ed efficiente.