Cascia, prima gara ufficiale di scherma in tempo di COVID: presente la Podjgym

Domenica 7 febbraio, sotto una pioggia incessante,
nella piccola frazione di Roccaporena a Cascia, paesino che diede i Natali a Santa Rita tra i monti Valneriani nell’entroterra Umbro,
si è disputata la prima gara ufficiale di scherma in tempo di COVID con in campo solo i migliori 50 sciabolatori italiani delle categorie giovani e cadetti maschili e femminili divisi in 4 giornate di gara.

La gara con accesso blindata al pubblico vedeva presenti nel campo di gara oltre ai 50 atleti solo 15 tecnici autorizzati e 10 tra arbitri e direttori di torneo.

L’inno nazionale apriva la competizione della gara di sciabola maschile categoria cadetti, presente l’atleta della Podjgym Avellino accompagnato dal maestro Carmelo Alvino.

Finalmente, dopo il passaggio ai vari controlli sanitari ed all’acquisizione delle regole COVID, dopo oltre due ore, alle ore 11:00 puntuale, si da
l’inizio delle gare che vedevano dominare nel palazzetto un silenzio surreale rotto solo dal rumore delle armi.

Sofferta ma buona la prestazione di Domenico Russo che, nonostante paga lo scotto dei pochi allenamenti dovuto alla chiusura della palestra Podjgym, riusciva al termine della giornata migliorata la sua posizione di un posto nel ranking Nazionale.
Buono l’andamento di gara, ma la carenza di allenamento si è fatto sentire la stanchezza al termine del secondo girone di gara non ha permesso la giusta lucidità di azione della diretta
Fermandosi al 41 posto in classifica generale.