Carta Europea della Disabilità: il M.I.D. invita i Sindaci dei Comuni della Regione Campania a sottoscrivere la Convenzione tra il loro Comune e il Ministero della Disabilità

La Carta Europea della Disabilità è il documento che permette alle persone con disabilità di accedere a beni e servizi, pubblici o privati, gratuitamente o a tariffe agevolate.

La Carta Europea della Disabilità rientra all’interno del progetto europeo “EU Disability Card” che ha come obiettivo il mutuo riconoscimento della condizione di disabilità fra i paesi aderenti.

La Disability Card viene richiesta tramite una procedura online da parte del cittadino e successivamente viene spedita a casa.

Possono richiedere gratuitamente la Carta Europea della Disabilità:

– Invalidi civili maggiorenni con invalidità certificata pari o maggiore del 67%

– Invalidi civili minorenni

– Cittadini con indennità di accompagnamento

– Cittadini con certificazione ai sensi della Legge 104/1992, Art 3 comma 3

– Ciechi civili

– Sordi civili

– Invalidi e inabili ai sensi della Legge 222/1984

– Invalidi sul lavoro con invalidità certificata pari o maggiore del 35%

– Invalidi sul lavoro o con diritto all’assegno per l’assistenza personale e continuativa o con menomazioni dell’integrità psicofisica

– Inabili alle mansioni (ai sensi della Legge 379/1955, del DPR 73/92 e del DPR 171/2011) e inabili (ai sensi della Legge 274/1991, art. 13 e Legge 335/1995, art. 2)

– Cittadini titolari di Trattamenti di privilegio ordinari e di guerra

Sulla Carta Europea della Disabilità sono presenti questi dati personali:

Una fotografia, formato fototessera, del titolare.
Nome, cognome, data di nascita del titolare.
Numero seriale e data di scadenza del documento.
Un’apposita indicazione nei casi in cui il titolare necessiti di accompagnatore o di un maggiore sostegno.
Un QR Code contenente UNICAMENTE le informazioni relative all’esistenza della condizione di disabilità e quindi alla validità della Card.
La scritta “EU Disability Card” in Braille.

La Carta Europea della Disabilità potrà essere richiesta sul sito di INPS tramite una procedura online. Successivamente, una volta completata la richiesta, la Card viene spedita a casa del cittadino. Per richiederla è necessario avere:

– Carta di Identità Elettronica (CIE)SPID o una Carta Nazionale dei Servizi (CNS) per accedere all’area riservata del sito
– Una fotografia, formato fototessera, da caricare durante la procedura di richiesta.

Per certificare la propria condizione di disabilità basta esibire la Carta Europea della Disabilità e permettere la lettura del relativo QR Code all’operatore incaricato attraverso uno Smartphone dotato di fotocamera e collegamento ad Internet.

La Carta Europea della Disabilità sostituisce a tutti gli effetti i certificati cartacei e i verbali attestanti la condizione di disabilità.

La Carta Europea della Disabilità può essere utilizzata per certificare la propria condizione di disabilità presso gli uffici pubblici, sostituendo a tutti gli effetti i certificati cartacei e i verbali.

La Carta Europea della Disabilità dà inoltre accesso gratuitamente o a tariffe agevolate ai seguenti luoghi:
– Musei statali su tutto il territorio nazionale
– Luoghi di cultura e non solo nei paesi UE aderenti al progetto (consultare i siti istituzionali nazionali)

Proprio per consentire a tutti i possessori della Disability Card, di usufruire dell’accesso gratuito o a tariffazione agevolata ai Musei Territoriali e ai luoghi di cultura di proprietà comunale e venir incontro a tutte le esigenze, noi del M.I.D. Coordinamento Regione Campania chiediamo e invitiamo auspicando che il nostro invito e la nostra richiesta venga raccolta, tutti i sindaci a sottoscrivere l’apposita Convenzione tra il proprio Comune e il Ministero della Disabilità attraverso il Modello di Convenzione previsto e scaricabile dal sito del Ministero della Disabilità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, a dimostrazione anche della loro concreta sensibilità verso le tematiche e la problematica della disabilità e a dimostrazione della loro vera e concreta vicinanza al mondo dei diversamente abili nello svolgimento della loro azione amministrativa assunta.