Capuano: “Sarà un Avellino battagliero. Lo striscione? Devo conquistare questa gente…”

Eziolino Capuano è pronto all’esordio in campionato contro il Bari. Un test subito difficile per il tecnico irpino: “Sfideremo la squadra più forte di tutto il girone.

Dovremo provare a scovare le loro carenze e giocare con massima umiltà. Posso assicurare che non saremo la vittima sacrificale. Mi auguro che la Curva possa darci la giusta carica”.

Sul gruppo: “Mi aspetto una squadra che abbia identità di gioco e che sia affamata su ogni pallone. Alfageme? E’ forte, ma sta vivendo un momento difficile sotto l’aspetto mentale”.

Capuano prosegue ancora nella sua analisi parlando del lupo che sarà: “Vedremo un Avellino battagliero, figlio di questa provincia e del proprio simbolo. Abbiamo bisogno di vittorire per ritrovare morale. Gli attestati di stima danno la giusta adrenalina. Conosciamo il nostro valore ma siamo consapevoli dei limiti”.

Sui problemi che stanno attanagliando la Sidigas, il tecnico di Pescopagano taglia corto: “A noi, come squadra, non manca niente. Il mio compito è di dirigere il gruppo e lo farò”.

Lo striscione? “Sta a me conquistare la piazza con i risultati”.