Capuano, il vate di Pescopagano che ha conquistato l’Irpinia…

Un uomo solo al comando, un uomo solo in un mare in tempesta: Eziolino Capuano.

Il vate di Pescopagano, con il passare delle giornate, conquista sempre di più tifosi e i simpatizzanti dell’Avellino. In campo è un maestro preciso, meticoloso, fuori è vulcanico, poetico.

Un mix micidiale che consegna al lupo un trainer dagli antichi valori.

Un allenatore che incarna lo spirito di un calcio che non esiste più. Di un pallone fatto di sudore, corse e non di tatuaggi e macchine veloci.

“Può succedere di tutto a livello societario. Si può paragonare anche a Kabul, noi scenderemo in campo sempre con l’elmetto e con la spada”.

Queste le sue parole al termine della gara di ieri.  Un uomo innamorato di Avellino che sta vivendo un sogno e che insieme alla piazza in un anno di caos, sogna qualcosa di più importante.