Campania verso l’arancione, calo dei contagi lento ma costante

La Campania aspira al cambio di colore. Ma l’arancione, a partire dal 7 aprile, è il responso che spetterà solo al Comitato tecnico-scientifico che esaminerà i numeri e gli indicatori degli ultimi quindici giorni con un’attenzione particolare rivolta alla settimana dal 22 al 28 marzo.

Tuttavia, il calo dei contagi in regione è molto lento. Negli ultimi sette giorni in Campania, in media, si sono registrati 1.895 casi al giorno; nei sette giorni precedenti erano invece 1.899.

Il numero dei nuovi casi registrati in quei giorni era pari a 15.370, a fronte dei 18.401 della settimana dall’8 al 14 marzo 2021 (un calo del 20 per cento circa).

Ed ancora. Negli ultimi 7 giorni, i casi positivi per 100 mila abitanti, ha raggiunto il valore di 215, praticamente lo stesso della settimana precedente.

L’eventuale cambio di colore potrebbe essere annunciato già oggi, in ogni caso per renderlo effettivo occorrerà attendere martedì 7 aprile (fino a Pasquetta l’Italia è in zona rossa nazionale).

La Campania è l’unica regione che potrebbe passare in arancione, ma solo se dovesse confermare per due volte consecutive un abbassamento dei contagi settimanali sotto quota 250 ogni 100 mila abitanti e se anche gli altri indicatori di rischio dovessero risultare adeguati.

Gli altri territori che sperano in un allentamento delle restrizioni dovranno attendere almeno il 13 aprile.