Camera di Commercio Irpinia-Sannio, si lavora per scindere la fusione

Lunedì al Ministero dello Sviluppo Economico si discuterà della fusione della Camera di Commercio Irpinia-Sannio. Per alcuni è una forzatura, si lavora per scinderle.

Oreste La Stella presidente della Camera di Commercio conferma: “E’ una forzatura. Abbiamo deciso di non sottoscrivere la nota per non assumere una posizione che in qualche modo sia in contrapposto con Unicamere. Anche se, sempre con Unicamere abbiamo chiesto lo stop dei matrimoni tra enti camerali”.

Nel caso di Irpinia-Sannio, l’inter di unione è cominciato tre anni fa ma non ha mai convinto nessuno, fu una scelta obbligata per evitare il commissariamento o l’annessione delle due Camere delle zone interna con quella più grande di Salerno.

Oreste La Stella conclude dicendo: “I nostri territori necessitano diun presidio di ascolto alle esigenze delle imprese e di maggiori interventi economici. Gli accoppiamenti contribuiranno ancora di più al senso di desertificazione, quindi a problemi e non a vantaggi”