CALCIO – Padova-Avellino, primo atto in parità. Tutto rinviato al match del Partenio-Lombardi

Padova-Avellino 1-1

PADOVA (4-3-1-2): Dini; Germano, Rossettini, Kresic, Curcio; Della Latta, Halfredsson (37′ st Firenze), Saber; Ronaldo (14′ st Jelenic); Chiricó (25′ st Bifulco), Paponi (14′ st Biasci).
A disp.: Vannucchi, M. Mandorlini,  Biancon, Vasic, Andelkovic, Nicastro, Pelagatti,  Ejesi. All.: A. Mandorlini.

AVELLINO (4-5-1): Pane; Laezza (1’st Fella), Miceli, Dossena, Ciancio; Rizzo, Carriero, De Francesco (43′ st M.Silvestri), D’Angelo, Tito (22′ st L.Silvestri); Maniero (28′ st Santaniello). A disp.: Leoni, Rocchi, Baraye, Errico, Bernardotto  All.: Braglia.

MARCATORI: 37′ pt Kresic, 2′ st Maniero

ARBITRO: Cosso di Reggio Calabria.

Guardalinee: Fraggetta-Massimino.

Quarto uomo: Panettella.

NOTE: Ammoniti: Laezza e Maniero, Carriero, Ciancio, (A), Della Latta, Kresic,Halfredsson, Rossettini (P), Angoli: 13-5. Rec: 1′ st

 

Piero Braglia privo di Forte,Adamo, Aloi e Illanes è costretto a ridisegnare l’Avellino. Il tecnico di Grosseto, cambia i lupi in vista della semifinale contro il Padova di Mandorlini.
A sorpresa all’Euganeo il tecnico biancoverde, schiera il solo Maniero davanti.

4-4-1- 1 con Pane in porta, Ciancio, Dossena, Miceli e Laezza in difesa, Rizzo, Carriero, De Francesco, D’Angelo e Tito a centrocampo. Maniero terminale offensivo. Solo panchina per Fella, Bernardotto e Santaniello.

4-3-1-2 per il Padova con Ronaldo alle spalle delle due punte.

LA GARA – I lupi, cercano un successo a Padova. In Veneto, i biancoverdi non hanno mai vinto.

All8′ ci prova Chiricò dalla distanza, ma il suo tiro è debole e Pane blocca. All’11 scivolata provvidenziale di Dossena che salva su un lanciatissimo Ronaldo. Al 16′ colpo di testa di Della Latta da dimenticare.

Al 27′ tiro di Halfredsson distante dalla porta di Pane.

Al 30′ gran palla di Tito per la testa di Dossena, il difensore manda oltre la traversa.

Al 34′ Ronaldo di destro calcia da fuori area, ma il pallone finisce fuori.

Partita in sostanziale equilibrio, i lupi nonostante le tante assenze si difendono con ordine.

Al 35′ Della Latta per Ronaldo che giunge in area e calcia, ma Laezza e Dossena mettono in angolo.

Al 36′ è Kresic di testa ex di turno a portare i padroni di casa davanti su calcio d’angolo.

Al 37′ dribbling di Chiricò che entra in area e calcia, ma Pane risponde presente.

Al 44′ uscita di Dini su intervento di Maniero, ma il pallone è andato fuori.

Ammonito Carriero che salta la sfida di ritorno.

Dopo un minuto di recupero finisce il primo tempo.

SECONDO TEMPO –  Entra Fella al posto di Laezza.

 Al 2′  Della Latta atterra Maniero e l’arbitro concede il rigore, dal dischetto lo stesso attaccante che calcia. Dini respinge, ma la punta di testa deposita in rete per l’1 a 1.

Al 13′ ci prova Carriero da fuori, ma Dini salva. Occasionissima per i biancoverdi.

Al 20′ un super Tito salva su Chiricò. Grande intervento.

Al 21′ Pane si oppone alla conclusione di Curcio dalla distanza.

Dopo l’infortunio contro il Bari si rivede Luigi Silvestri.

Al 27′ tentativo di De Francesco dalla lunga distanza, pallone fuori.

Al 34′ ci prova D’Angelo dal limite, ma la sua conclusione non è delle migliori.

Al 44′ è Luigi Silvestri a provarci di testa.

Al 48′ Pane si oppone su Kresic. Grandissima parata del portiere.

Al 49 è Biasci a colpire da sotto misura, il pallone finisce alto.

L’Avellino pareggia la prima sfida in semifinale all’ Euganeo. I lupi si giocano il passaggio del turno nella partita di ritorno in programma mercoledì al Partenio-Lombardi. L’atteggiamento della squadra è piaciuto. L’Avellino non è bello, ma con grinta, carattere e cattiveria  riesce a rinviare tutto alla sfida ad Avellino.