Calcio – L’Avellino non va oltre il pari contro il Teramo. I lupi si complicano la vita

Avellino-Teramo:0-0

AVELLINO (3-5-2): Forte; Ciancio, Dossena, Illanes; Adamo (19′ st Rizzo), Carriero, De Francesco, D’Angelo (27′ st Errico), Tito; Santaniello (11′ st Fella), Maniero (27′ st Bernardotto). A disp.: Pane, Laezza, Miceli, Rocchi, Baraye. All.: Braglia.

TERAMO (4-3-1-2): Lewandowski; Piacentini, Trasciani, Soprano, Cappa; Arrigoni, Lombardi (28′ st Mungo), Costa Ferreira; Bombagi; Birligea (23′ st Pinzauti), Kyeremateng (19′ st Di Francesco). A disp.: Valentini, Furlan, Ekue, Bellucci, Persiani, Gerbi. All.: Paci.

ARBITRO: Di Graci di Como.

Guardalinee: Salvalaglio-Vitali.

Quarto uomo: Emmanuele.

NOTE: Ammoniti: Trasciani, Tito, De Francesco, Carriero Angoli:6-4. REC: 0′ pt, 4’st

AVELLINO CALCIO – Mister Braglia che deve rinunciare a Luigi Silvestri infortunato e Aloi squalificato si affida al classico 3-5-2 e ancora una volta sorprende tutti con la formazione iniziale. Davanti a Forte al fianco di Dossena e Illanes ci sarà Ciancio con Adamo e Tito sugli esterni Carriero-De Francesco e Aloi in mezzo. In avanti Santaniello e Maniero.

LA GARA – Al 4′ Adamo per Tito che mette in mezzo ma nulla di fatto. Al 16′ Birligea arriva in area dopo aver anticipato Tito e calcia al lato. Al 17′ Adamo crossa in mezzo per D’Angelo che calcia al volo, tiro sul fondo. Al 21′ Bombagi si libera di alcuni avversari e calcia, tiro debole bloccato da Forte. Al 26′ tiro di Costa Ferreira deviato in angolo.  L’Avellino non riesce a trovare i giusti sbocchi. Al 34′ azione inisistita di Carriero che crossa basso per Maniero, l’attaccante di destro calcia. Tiro deviato in angolo. Una chance importante non sfruttata dagli irpini. Al 45′ cross di Tito per la testa di Santaniello. Pallone che finisce alto. Termina  0 a 0 il primo tempo. Match ancora in bilico, l’Avellino deve provare a premere sull’acceleratore nella ripresa.

SECONDO TEMPO – 1′ Bombagi per Kyeremateng che elude la marcatura si accentra e calcia, ma Forte è bravo a murarlo. Al 6′ cross di Tito con Dossena ed Illanes che colpiscono insieme al centro dell’area, nulla di fatto. Al 13′ De Francesco per Fella con il portiere ospite che blocca sulla conclusione in spaccata della punta. Al 18′ su assist di Tito è D’Angelo a provarci, ma il tiro viene deviato. Due minuti dopo su assist di Tito l’estremo difensore ospite salva su un colpo di testa di Maniero. Al 25′ Fella per Carriero che giunge al limite si accentra e tira, conclusione debole. Al 26’De Francesco ci prova dal limite con una palla buttata nell’angolo ma Lewandowski si salva. Tito va giu’ ma l’arbitro lo ammonisce per simulazione. Braglia manda in campo Bernardotto ed Errico passando al 4-3-1-2. Al 35′ ci prova Errico dalla distanza, ma niente da fare. Al 44′ Tito per Fella che schiaccia male. Occasionissima sprecata. Finisce quì, il Catanzaro vince a Viterbo e adesso il discorso secondo posto è divenuto difficilissimo.