CALCIO AVELLINO – Ritorno in campo amaro per i lupi

AVELLINO-CATANIA: 1-2

Avellino(3-4-3): Leoni; Dossena, Miceli, Nikolic; Ciancio, De Francesco, M. Silvestri (9′ st Rizzo), Burgio (21′ st Tito); Fella, Bernardotto, Santaniello (21′ st Maniero). A disp.: Pizzella, Mariconda, Bruzzo. All.: Braglia.

Catania (3-5-2): Confente; T. Silvestri, Claiton, Zanchi; Calapai (29′ st Albertini), Maldonado (43′ st Noce), Rosaia (19′ st Biondi), Welbeck, Pinto; Pecorino (43′ st Piovanello), Reginaldo (29′ st Sarao). A disp.: Santurro, Della Valle, Noce, Vrikkis, Manneh, Emmausso, Panebianco. All.: Cristaldi (Raffaele squalificato).
MARCATORI: 5′ st Miceli (Aut), 22′ st Pecorino
Arbitro: Feliciani di Teramo. Assistenti:Ceccon di Lovere e Cataldo di Bergamo. Quarto ufficiale:Catanoso di Reggio Calabria
NOTE: Ammoniti: Miceli(A) Braglia, Dossena(A), Calapai, Maldonado (C). Angoli: 8-5. Rec: 2′ pt, 4′ st
L’Avellino torna in campo dopo la sosta forzata. Prima dell’avvio del match contro il Catania, un minuto di raccoglimento per Diego Armando Maradona. 3-4-1-2 per la squadra di Braglia che si schiera con Bernardotto e Santaniello in avanti e Fella alle loro spalle. Leoni in porta, difesa a tre con Nikolic, Miceli, Dossena. In mediana Ciancio, De Francesco, Marco Silvestri e Burgio.
LA GARA – Al 10′ Rosaia dalla distanza calcia alto. Al 13′ tiro al volo di Maldonado, Leoni in angolo. Al 15′ cross dalla destra di Calapai con Pinto che di testa manda sul fondo. Molto meglio il Catania in questa fase. I lupi non riescono a pungere. Al 34′ si fa vivo l’Avellino, Ciancio mette in mezzo per Santaniello che calcia sul fondo. Al 41′ ci prova Reginaldo dalla lunga distanza, pallone fuori. Al 44′ Pinto crossa al centro per Pecorino che di sinistro calcia al volo, Leoni salva. Un primo tempo con pochissime emozioni. Pesano le assenze in casa biancoverde, soprattutto in mediana.
SECONDO TEMPO – Al 4′ tiro di Silvestri da dimenticare. Al 5′ cross di Welbeck in mezzo con Miceli che deposita nella propria porta. All’8′ triangolazione Santaniello-Fella con quest’ultimo che ci prova dalla distanza, Confente blocca. Al 9 mister Braglia manda nella mischia Rizzo. Al 18′ si infortunia Rosaia. Braglia si gioca anche le carte Tito e Maniero. Al 22′ raddoppio del Catania, cross di Biondi per la testa di Pecorino che non perdona. Su errore di Nikolic la punta raddoppia. Iniziano a emergere le lacune di una squadra, buona si, ma con evitenti problemi in mediana. Al 29′ Ciancio innesca Fella che in diagonale manda di poco al lato. Al 33′ De Francesco calcia con Maldonado che devia di mano e l’arbitro l’ammonisce. Al 34′ è De Franceso a calciare, ma senza impensierire il Catania. Al 44′ Maniero segna il gol del 2 a 1, salta due uomini a limite dell’area e mette nell’angolo alla sinistra del portiere etneo. Il numero 19 prova a dare verve nei minuti finali. Finisce qui il match del Partenio-Lombardi, l’Avellino non sa piu’vincere e mercoledì sfida al Potenza dell’ex Capuano.