CALCIO AVELLINO – Il senegalese Kanoute riprende il Bari

AVELLINO-BARI: 1-1
AVELLINO (4-3-3): Forte; Ciancio, Dossena (43′ st Scognamiglio), Silvestri, Tito (41′ st Mignanelli); Carriero (23′ st Aloi), Matera (23′ st De Francesco), D’Angelo (23′ st Micovschi); Kanoute, Maniero, Di Gaudio. A disp.: Pane, Rizzo,  Sbraga, Mastalli, Gagliano, Plescia, Bove,  Mignanelli. All.: Braglia.

BARI (4-3-1-2): Frattali; Pucino (42′ st Belli), Celiento, Terranova, Mazzotta; Mallamo, Maita, D’Errico; Botta  (42′ st Cheddira); Antenucci, Paponi (18′ st Bianco). A disp.: Polverino, Plitko, Gigliotti, Simeri, Citro, Lollo, Di Gennaro, Ricci. All.: Mignani.

MARCATORI: 33′ pt Antenucci, 37′ st Kanoute

ARBITRO: Paolo Bitonti della sezione di Bologna

Note: AMMONITI: Di Gaudio, Forte, Braglia, Tito, Dossena, Silvestri (A), D’Errico, Pucino (B) Angoli: 4-6  Rec:2′ pt, 4′ st

(di SaGi) LE SCELTE-  Piero Braglia sceglie il 4-3-3 per la gara contro il Bari. Il tecnico biancoverde che ha finalmente tutti a disposizione schiera i suoi con Forte in porta, Ciancio, Dossena, Silvestri e Tito in difesa. Carriero, Matera e D’Angelo in mediana. Kanoute, Maniero e Di Gaudio in attacco.

Pubblico delle grandi occasioni al Partenio-Lombardi per il match che potrebbe cambiare la stagione dei lupi.

LA GARA – Al 5′ Maniero appoggia a D’Angelo che calcia nell’angolo, ma Frattali risponde presente. All’ottavo occasionissima  per Maniero che solo davanti al portiere dopo un cross di Tito spara alto.  Successivamente è Carriero a non impattare con la palla. Al 33′ è il Bari a trovare il gol con un rigore generoso concesso su Mallamo lanciato da Antenucci. Dal dischetto L’ex Spal che mette nell’angolino. Vantaggio ospite. Poco dopo è l’Avellino a chiedere il penalty per un fallo su Di Gaudio.  Buon primo tempo dei lupi che però sono sotto di un gol. Al 45′ Kanoute crossa un grande pallone per Maniero che non impatta. Al 46′ Tito per la testa di Dossena, pallone che finisce alto. Dopo due di recupero l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

SECONDO TEMPO – Al 6′ su una punizione di Tito è Ciancio a mandare alto di testa. L’Avellino prova a rimettersi in piedi in questa seconda frazione di gioco. Al 12′ è l’Avellino a provarci due volte prima con D’Angelo servito da Di Gaudio e successivamente Carriero serve Maniero con il Bari che salva in angolo. Al 17′ tiro di D’Errico da dimenticare. Al 20′ tiro di Mallamo debole.  Al 28′ Micovschi per Di Gaudio che fa una bella torre per Kanoute con Terranova che lo anticipa e rischia di beffare Frattali che salva in angolo. Chance d’oro per i lupi. Angolo di Tito con Dossena che fa la sponda per Kanoute, l’ex Catanzaro di punta ristabilisce la parità al 37’esimo. Finisce in parità la sfida del Partenio-Lombardi. L’Avellino ha il merito di rimetterla in piedi dopo un rigore dubbio nella prima frazione. Decimo risultato utile consecutivo per i lupi.