CALCIO AVELLINO – E’ notte fonda al Partenio-Lombardi, fine della corsa passa il Foggia di Zeman

AVELLINO-FOGGIA: 1-2

AVELLINO (3-5-2): Forte; Dossena, Scognamiglio, Bove; Ciancio (34′ st Rizzo), Carriero, De Francesco (34′ st Mastalli), Kragl (34′ st Di Gaudio), Mignanelli; Maniero (12′ st Kanoute), Murano (20′ st Plescia). A disp.: Pane, Pizzella, Rizzo, Chiti, Silvestri, Stanzione, Mastalli, Micovschi, Di Gaudio, Mocanu. All.: Gautieri.

FOGGIA (4-3-3): Dalmasso; Garattoni, Di Pasquale, Sciacca (28′ st Turchetta), Rizzo (12′ st Nicolao); Petermann, Garofalo (12′ st Di Paolantonio), Gallo (12′ st Rocca); Curcio, Di Grazia (23′ st Ferrante), Merola. A disp.: Alastra, Rizzo Pinna, itali, Maselli, Girasole, Martino, Buschiazzo All.: Zeman.

MARCATORI: 17′ pt Bove, 11′ st Merola, 29′ st Nicolao

ARBITRO: Tremolada di Monza.

NOTE: Ammoniti: Dossena (A), Garrattoni (F), Gallo (F), Scognamiglio (A), Mastalli (A) Angoli: 3-1 Avellino. Rec: 3′ pt, 5′ st

(di SaGi) Notte dalle grandi occasioni per i lupi contro il Foggia di Zeman. Mister Gautieri schiera i lupi con il collaudato 3-5-2. Davanti a Forte da destra verso sinistra Dossena, Scognamiglio e Bove. In mediana Ciancio, Carriero, De Francesco, Kragl e  Mignanelli in mediana. Maniero e Murano in attacco. A sorpresa, fuori Silvestri. Così come vanno in panchina Kanoute e Di Gaudio.
LA GARA – Al 4′ Murano ci prova con Dalmasso che salva di piede. Al 6′ uno due Maniero-Murano-Maniero con quest’ultimo che dal limite calcia al lato. All’ 8′ ci prova Curcio da fuori, pallone alto. Al 16′ Murano salta un difensore con un doppio passo giunge in area e calcia, ma Dalmasso salva in angolo. Al 17′ su angolo di De Francesco è Bove in mischia a realizzare il gol del vantaggio. Esplode il Partenio-Lombardi. Ottima partenza dell’Avellino che avrebbe potuto trovare già prima il vantaggio. Al 23′ primo cambio per il Foggia: fuori Di Grazia e dentro Ferrante. Pochi minuti dopo timido tentativo di Petermann che col sinistro dalla distanza non spaventa Forte. Al 28′ è Garrattoni a provarci di sinistro con Forte che risponde presente. Al 32′ è Maniero a cercare di sorprendere il portiere rossonero dalla propria metà campo. Al 34′ ci prova Peterman ma il suo tiro finisce sul fondo. Al 41′ De Francesco per la testa di Maniero. Pallone alto. Nel finale si accendono gli animi, l’arbitro Tremolada dopo tre minuti di recupero manda tutti negli spogliatoi.
SECONDO TEMPO – Al 2′ è Ferrante a provarci, ma il suo tiro dal limite finisce sul fondo. Al 4′ Murano lanciato a rete da Murano salta Dalmasso e calcia di piatto destro con un difensore rossonero che devia la palla sul palo. All’ 11 è Merola a pareggiare i conti con un diagonale. Un minuto dopo ci prova Ferrante, ma la difesa biancoverde salva in angolo. Al 16′ è Carriero a provarci al volo, ma il suo tiro viene deviato in angolo. Al 18′ Ciancio per Murano che calcia senza fortuna. Al 19′ Kanoute doppio passo e mette in mezzo per Murano che di testa manda di poco alto. Errore clamoroso dell’Avellino con Bove e Nicolao che la ribalta al 29’esimo. Al 40′ Rizzo per Mastalli che calcia sul fondo dal limite. Al 43′ su un cross è Mignanelli a sparare alto di testa. Finisce così la stagione dei lupi, tra i fischi dello stadio Partenio-Lombardi, una annata da dimenticare per i biancoverdi. Una stagione in cui sono state sbagliate troppe cose. E’ notte fonda per i lupi.