Calcio – Avellino, che cuore contro la Sicula

Avellino-Sicula Leonzio: 3-1

AVELLINO (3-4-3): Tonti; Njie, Zullo, Laezza; Celjak, De Marco (30′ st Rossetti), Di Paolantonio (28′ st Silvestri), Parisi; Micovschi, Charpentier (33’pt Albadoro), Karic (1′ st Alfageme). A disp.: Pizzella, Abibi, Morero,   Carbonelli, Evangelista,  Acampora, Petrucci. All.: Capuano.

SICULA LEONZIO (4-3-3): Nordi; De Rossi, Sosa, Petta, Sabatino; Palermo, Esposito (35′ st Megalaitis), Maimone; Sicurella (16′ st Grillo), Scardina (16′ Lescano), Bariti (35′ st Bollino). A disp.: Polverino,  Cozza, Tafa, Vitale, Ripa,  Terranova, Governali. All.: Bucaro.

Marcatori: 14′ pt Parisi, 32′ pt Scardina, 46′ st Albadoro, 49′ st Alfageme

ARBITRO: Pashuku di Albano Laziale.

Guardalinee: Polito-Pintaudi.

NOTE: Spettatori: 3.570 .Ammoniti: Charpentier, Alfageme (A) Sabatino, Sicurella, Esposito, Maimone(S), Angoli: 3-2 . Rec: 3′ pt, 4’st

Mister Capuano schiera l’Avellino con il 3-4-3. I lupi scendono in campo con: Tonti in porta, Fallou, Zullo e Laezza in difesa. De Marco, Di Paolantonio e Parisi in mediana. In avanti Micovschi, Charpentier e Karic.

PRIMO TEMPO – Al 14′ l’Avellino passa in vantaggio: tiro di Charpentier dalla distanza, il pallone giunge sui piedi di Parisi che supera il portiere e deposita in porta. In Tribuna con Cicirelli anche Antonio Minadeo ex centrale difensivo dell’Avellino, lo scorso anno Ds del Campobasso. In biancoverde 21 presenze in C e una tra i cadetti.

Al 23′ progressione di Micovschi che si accentra e calcia a rete. Tiro deviato. Al 25′ cross di Bariti, colpo di testa di Scardina alle stelle. Al 26′ Charpentier si libera di tre avversari dopo una grande progressione e viene atterato al limite. La sfera giunge a Parisi che giunto in area si libera di un avversario e viene fermato.

Al 32′ cross di Sabatino con Scardina che dal limite tutto solo mette di testa all’incrocio. L’Avellino sostituisce Charpentier con Alfageme per infortunio. Brutte notizie per i biancoverdi.

Al 35′ cross di Micovschi per Laezza che stoppa e dal limite ci prova in semisforbiciata. Al 40′ punizione di Micovschi a giro con Nordi che respinge. Un minuto dopo è Bariti a provarci e a mandare la sfera sul fondo.

Al 41′ grande azione dell’Avellino con Micovchi e Albadoro, il rumeno entra in area e calcia, Nordi respinge, sulla sfera Karic che ricalcia, ma un difensore ospite respinge.

Dopo tre minuti di recupero, le squadre vanno negli spogliatoi. E’ un Avellino che era partito forte, ma che ha poi abbassato il ritmo. Una curiosità, in Tribuna presente anche Franco Colomba ex calciatore e allenatore dei lupi.

SECONDO TEMPO – L’Avellino manda in campo Alfageme al posto di Karic. Al 6′ Micovschi per Di Paolantonio che dai 30 metri spara alto. Al 10′ tiro di Di Paolantonio dal limite, conclusione che lambisce il palo. E’ un Avellino che non riesce a scardinare il muro dei siciliani. Al 24′ Alfageme per Micovschi che tenta un tiro a giro bloccato. Al 28′ primo cambio per Di Paolantonio sostituito da Silvestri.

Al 43′ Alfageme segna in fuorigioco. Al 46′ l’Avellino trova il vantaggio con Albadoro che di testa converge in rete un cross di Micovschi. Esultanza del pubblico irpino.

Al 49′ è Alfageme a siglare il 3 a 1 in contropiede a porta vuota con Narciso che si era catapultato in area, l’argentino percorre tutto il campo e deposita nel sacco.

L’Avellino batte anche la Sicula e conquista la terza vittoria di fila. Successo che permette di mettere un altro mattone verso la salvezza. Applausi per i biancoverdi di Capuano dalla Curva. Inizia bene la nuova era.