Bulgaria, si schianta bus: almeno 45 morti, tra loro anche 12 minori

Almeno 46 persone, compresi 12 minori, hanno perso la vita nella notte tra lunedì 22 e martedì 23 novembre in Bulgaria nello schianto di un autobus. A riportare la notizia il Corriere della Sera. L’incidente è avvenuto «sull’autostrada 40 km a sud di Sofia», ha riferito il commissario Nikolai Nikolov, capo del servizio di emergenza disastri, aggiungendo che «l’autobus ha preso fuoco e si è schiantato». Il capo della polizia, Stanimir Stanev, ha confermato all’emittente bTv che delle 52 persone a bordo almeno sette sono sopravvissute ma sono ricoverate con gravi ustioni.

Al momento non è stato possibile determinare la causa dell’incidente. Il bus si è rovesciato dopo aver urtato il guard-rail, ma non è ancora chiaro se abbia preso fuoco prima o dopo. Sul mezzo, partito da Istanbul e diretto a Skopje, viaggiavano una cinquantina di persone.

Il pullman ha la targa nordmacedone, ma la nazionalità delle vittime non è ancora chiara. Il capo della polizia bulgara Stanev ha dichiarato che, a parte i due autisti nordmacedoni, a bordo del mezzo c’erano solo cittadini albanesi. Al contrario, il primo ministro della Macedonia del Nord, Zoran Zaev, ha detto di ritenere che si tratti di nordmacedoni, anche se di etnia albanese. In seguito ha precisato che tra i passeggeri c’erano anche un cittadino belga e uno serbo.

(fonte foto Corriere della Sera).