Boccia pronto a tenere chiusa la Lombardia: studierà il flusso dei dati fino a giovedì

Spostamenti extraregionali e apertura dei confini a partire dal 3 giugno: Boccia e Fontana vogliono studiare il flusso dei dati fino a giovedì 28 maggio.

“È opportuno attendere per valutazioni più circostanziate”, è quanto si legge nella nota congiunta del ministro Pd per gli Affari regionali Francesco Boccia e del presidente leghista della Regione Lombardia Attilio Fontana.

La comunicazione è stata diffusa al termine dell’incontro che si è tenuto a Palazzo Lombardia.
L’incontro è stato definito da entrambi “utile e positivo”. “Ci siamo confrontati in termini di carattere generale, sulla situazione della Lombardia e dell’intero Paese – spiegano Boccia e Fontana – e abbiamo condiviso quanto sia importante non abbassare la guardia. Gli sforzi compiuti dai lombardi e dagli italiani sono stati grandi e non possono essere vanificati”.