Basket, una bella Del.Fes manda Ischia al tappeto

Dopo la sconfitta beffa di mercoledì con Molfetta, è tempo di rivincite in casa Del.Fes. Secondo derby consecutivo al Del Mauro, dopo Pozzuoli, arriva la Forio Ischia ‘77 di coach Marinelli forte dei 10 punti messi in cascina. Starting five composto da Basile, Marra, Hassan, Spizzichini e D’Andrea. Inizio da favola per gli irpini, Spizzichini, Marra e Basile fanno 6-0 dopo appena un minuto.
Il primo squillo isolano è di Milosevic. Hassan si iscrive in partita, Ischia non riesce a centrare il canestro con Grilli, Milosevic e Caceres. Lo stesso Caceres prova ad alzare il ritmo della contesa, bravo D’Andrea a trovare un canestro tutto caparbietà e grinta. Marra inventa, Spizzo segna ed Avellino è avanti (12-4) al 6’. Time out ospite. Le mani della Forio Basket sono gelide, ci prova Grilli ma le percentuali napoletane sono da incubo. Benedetto chiede concentrazione, time out Del.Fes. Grilli si prende per mano Ischia, Avellino non segna più, si assiste al festival degli errori. Marra spezza l’incantesimo. Avellino è avanti di tre lunghezze (16-13) al 9’. And one di Milosevic ed è parità al primo intervallo: 16-16.
Agbogan inaugura il secondo quarto. Avellino prova a scappare con Spizzichini ed Hassan, si aggiunge Mavric a referto, pandemonio al Del Mauro, Spizzichini è in versione assist man (24-17) al 12’. Spizzo si siede in panca per rifiatare, c’è Basile ma soprattutto Mavric. Avellino c’è. Orsini e Milosevic cercano lo scossone. Avellino continua a difendere bene con aggressività ma non riesce a trovare l’allungo decisivo in attacco. Ne giovano gli ospiti, che con un paio di contropiedi riportano lo strappo a soli 5 punti costringendo Benedetto al timeout. Entra in campo anche Venga, che si iscrive subito alla partita con un canestro (28-21) al 16’. Milosevic accorcia ancora di più la distanza (30-29) al 18’. Hassan buca la retina dall’angolo ma ha i piedi sulla linea del tiro da 3 punti, concludendo così il primo tempo sul punteggio di 32-29.
La Del Fes parte bene, nel segno sempre della difesa, allungando grazie alle combinazioni tra Spizzichini e D’Andrea (36-31) al 24’. Grilli cerca di far svegliare i suoi venendo però risposto da 5 punti in fila di Marra, che porta a 8 lunghezze il vantaggio irpino. Non cala il ritmo di Avellino, con Agbogan che ruba palla e schiaccia in contropiede. D’Andrea si gira splendidamente in post e appoggia a retina il canestro con il quale si conclude il terzo quarto, 53-41. Un terzo periodo stellare quello dei lupacchiotti.