Basket, Robustelli: “Sconfitta che non fa male, ora giochamoci i playout nel ricordo di Paolo Pagliuca”

Nonostante la sconfitta in quel di Taranto, il coach della Scandone Avellino, Rodolfo Robustelli vede il bicchiere mezzo pieno: “E’ una sconfitta che non fa male, abbiamo comunque acciuffato il treno playout, siamo venuti in casa della prima in classifica spavaldi, giocando una bella pallacanestro fino a pochi secondi dalla fine”.
L’allenatore ci tiena a ricordare un uomo di grandi valori, sia sportivi che umani, una figura carismatica, che ci ha lasciato qualche tempo fa: “La nostra salvezza, o meglio l’aggancio alla zona playout è avvenuta in una data importante, ovvero l’anniversario della morte di Paolo Pagliuca, un grande e vero amico della Scandone”.