Basket, non basta il cuore alla Scandone: Palestrina vince al DelMauro 57-60

Dopo la bella affermazione in trasferta contro la Stella Azzurra, la Scandone di coach De Gennaro cade al DelMauro contro la capolista Palestrina.

Con il punteggio finale di 57-60, i romani si portano il match a casa.

La gara vede un equilibrio nel primo tempo con Iovinella per Avellino che debutta nel quintetto base nel migliore dei modi. Cacace è strepitoso per la capolista dall’altra. Dopo diverse imprecisioni dalla lunetta Avellino si riprende nel finale di primo quarto con Locci. Rossi per Palestrina firma il 10-15 del 10′.

Il secondo quarto Bartolozzi va subito a referto. Ondo Mengue si sblocca ma non basta. La partita non offre un grande spettacolo anzi, la Scandone approfitta di un momento di appannamento di Palestrina per riportarsi sotto con Locci e Dushi che firmano il 28-36 del 20′.

Palestrina dopo l’intervallo lungo arriva al più quattordici con Rischia, Scandone in blackout ma che trova con Rajacic punti pesanti nelle mani. Ancora Ondo Mengue, Avellino si avvicina, e trova addirittura il sorpasso con Locci sul 53-52. Vantaggio che però si affievolisce grazie al solito Bartolozzi e Rischia. Marzaioli ha la grande chance per riportare Avellino avanti dalla lunetta con tre liberi ma ne sbaglia due. Dalla lunetta, Mastroianni che con un 1/2 lascia uno spiraglio per la Scandone con 1” sul cronometro. L’ultimo tentativo affidato a Marzaioli non trova la via del canestro. Avellino lotta ma perde 57-60.