Basket, esordio da sogno per Robustelli. Espugnata Reggio Calabria

La Scandone stasera ha compiuto l’impresa. La squadra del neo coach Rodolfo Robustelli ha espugnato il Pala Calafiore di Reggio Calabria conquistando due punti fondamentali in chiave salvezza.

Avellino parte forte con Sousa, l’ala brasiliana realizza cinque punti in fila. Rispondono i locali con Barrile e Genovese. Ani firma il primo strappo in casa Avellino (8-13), ma la Viola con un parziale di 7-0 si rimette avanti (15-13) all’8′. Il primo periodo però si conclude in parità grazie allo scatenato Sousa.

Nel secondo quarto Riccio arma la mano e spara triple a raffica, infatti i lupi del basket rifilano un contro brek (17-25) al 13′. Marra porta addirittura sul più dieci la Scandone che finalmente sembra praticare una buona pallacanestro. Reggio in tilt ed Avellino prova a scappare, all’intervallo è 27-41.

Reggio Calabria nel terzo quarto appare vigorosa, e, con Mascherpa e Genovese tentano la rimonta portandosi sul meno cinque (42-47). Marra e Riccio però, mettono le cose in chiaro ed Avellino tocca di nuovo la doppia cifra di vantaggio (45-55). I neroarancioni di Calabria riescono però ad agguantare il pari all’ultimo intervallo complice un Genovese superstar.

L’ultimo periodo è al cardiopalma, realizza Ani ma è un fuoco di paglia, i calabresi mettono il naso avanti (63-60). Marra, fin qui straordinario commette fallo antisportivo e Genovese ne approfitta (70-71) al 39′. Reggio corre al fallo sistematico per guadagnare secondi, Riccio però ha la mano calda ed è glaciale ai liberi. Avellino vince 73-70. Per Robustrelli un esordio da favola.