Basket, Del.Fes Avellino ko nel derby: al Del Mauro passa Pozzuoli

Avellino a caccia del secondo successo di fila al Pala Del Mauro,per farlo c’è da superare l’ostacolo Pozzuoli.
Basile si riscalda con la squadra ma non parte titolare. Lo starting five della Del Fes è quindi composto da Agbogan, Marra, Hassan, Spizzichini e D’Andrea. L’inizio irpino non è dei migliori, con Spizzichini che fa 0/2 dalla lunetta e gli ospiti che trovano immediatamente i punti con Gallo e Gaye. Rossi segna dall’arco e coach Benedetto spende il suo primo timeout della partita (2-10) al 4’. La difesa di Pozzuoli si muove molto bene ed Avellino non trova il modo di attaccare se non con un piazzato di Spizzichini, che per vari minuti rimane l’unico canestro segnato dai biancoverdi. Longobardi cerca di far scappare i suoi, segna la tripla e subisce fallo, non realizzando però il libero aggiuntivo (4-15) al 8’. Dopo quasi 5 minuti a secco, la Del.Fes piazza il parziale, Spizzichini realizza ai liberi, Mavric è trovato bene in area dal neo entrato Basile e Agbogan manda a segno la prima tripla di giornata. D’Andrea appoggia di tabella su assist di Marra, concludendo il primo quarto sul punteggio di 13-15 in favore degli ospiti.

Caresta inaugura il secondo periodo con un bel piazzato. La Del.Fes, con Agbogan e Spizzichini trovano anche il vantaggio (18-17) al 15’. D’ora in poi gli irpini si spengono. Thiam e Gallo entrambi dalla lunetta firmano il solco, festival del tiro libero e i partenopei di Spinelli vanno sul più dieci (20-30) al 19’. Hassan subisce fallo sul tiro da tre punti, il walzer dalla lunetta continua fino al suono della sirena che porta le squadre al riposo lungo sul 22-30. Troppo pochi 9 punti nel secondo periodo se si vuole vincere.

Il terzo quarto inizia a grandi ritmi ma latita la via del canestro da ambo i lati. Gallo si presenta sempre ai liberi e segna, mentre D’Andrea risponde appoggiando di tabella in area. Agbogan torna a segnare da 3 e riporta sotto Avellino, venendo però immediatamente risposto da Longobardi (28-35) al 24’. Hassan si iscrive a referto da oltre l’arco per la prima volta in questa partita e Marra è bravo a fintare il tiro e trovare nuovamente D’Andrea in area per il canestro facile (33-35) al 25’. Viaggia la Del.Fes. Spinelli però, è un tecnico giovane ma un cestista di esperienza, Pozzuoli riprende fiducia e guadagna nuovamente terreno con Gaye e Gallo (35-43) al 27’. D’Andrea ed Ense cercano di rimettere in scia la Del Fes ma Longobardi si inventa una magia da 3 per mantenere il vantaggio di Pozzuoli. Si va all’ultimo brek sul 40-49.

Ultimi dieci minuti con Avellino che cerca di muovere velocemente la palla e che cerca spesso il tiro pesante da dietro l’arco non riuscendo però a rientrare in partita. Agbogan commette un fallo tecnico e Rossi segna il libero del +12, è time out Benedetto. I giocatori biancoverdi dettati dal nervosismo si lasciano andare a delle leggerezze anche banali come un infrazione di campo che permette a Caresta di segnare da 3 (45-59) al 35’ chiudendo la contesa. Pozzuoli gioca ormai sul velluto, con Gaye che decide di mandare a segno anche una tripla. Avellino ruba qualche pallone ma non riesce a concretizzare, Rossi conclude di fatto i giochi con un’ennesima tripla. Il match termina 56-67. Alla Del.Fes non riesce l’impresa di vincere due gare consecutive in questo campionato.