AvVinAzioni, Irpinia protagonista con il vino

In questi giorni, ad Avellino, si svolge la manifestazione internazionale dedicata al Vino raccontato con le arti, dal titolo AvVinAzioni, la VinItaly dell’Arte di fare il Vino,
Vari artisti, associati a vini provenienti da aree geografiche diverse, in quest’anno hanno posto in essere una serie di Residenze Artistiche Creative nei Luoghi Speciali d’Irpinia, con la fattiva partecipazione delle realtà ospitanti.
La danza a Lapio, la musica a Taurasi, il teatro a Tufo, le arti visive a Paternopoli, le arti scultoree a Montemarano, eppoi residenze multidiscplinare a Castelfranci, Catelvetere, Villamaina.
Elemento comune, generatore dei processi creativi, il Vino, in tutti i suoi aspetti, dalla vigna, nella lavorazione, al bicchiere.
Ad Avellino, im vari posti (complesso monumentale ex Carcere Borbonico, Facoltà d’Agraria e Scuola Enologica, Cripta del Duono, Casino del Principe, ex Chiesa del Carmine, ex GIL, villa Amendola,etc.) e per tutto il mese d’ottobre, vengono presenti i risultati delle residenze creative, con la presenza delle aziende vinicole che hanno sostenuto l’ iniziativa, con i consorzi vinicoli e le camere di commercio, i consolati , le ambasciate e le istituzioni a più livelli.
Numerose le attività collaterali, con esposizioni, workshop e master.
Superato l’aspetto della commercializzazione dalle Fiere già esistenti, si guarda con AvVinAzioni alla qualità del prodotto, alla vivibilità dei territori, alla genialità creativa che viene generata dal Vino e dal suo territorio di produzione.
Artisti e Aziende Vinicole, provenienti da più parti d’Italia (Campania, Umbria, Lombardia, Veneto, Piemonte ) e dalla Francia, dal Belgio, dalla Spagna dal Cile, dagli Usa, vedono in AvVinazioni un’appuntamento imperdibile per promuovere la propria arte nel mondo. Attraverso la creatività, e con il benessere si possono ottenere migliori risultati dal proprio agire.»