Avellino, un altro intervento ben riuscito per le Guardie Zoofile della Gadit

La Gadit (Guardie Ambientali D’Italia) sez. di Avellino, ha concluso, nella serata di ieri, un’altra importante operazione di salvataggio di un gattino incastrato nel motore di una macchina.

E’ successo ad Avellino, poco prima della mezzanotte. Un simpatizzante della Gadit ha chiamato il centralino della Onlus per richiedere l’intervento degli operatori. Il motivo? Forti miagolii che provenivano da un’Audi 3 in sosta presso un abitazione privata.

Il Presidente A.P, appena rientrato da un servizio di vigilanza ambientale dal Comune di Solofra, si portava subito sul posto con alcuni volontari.

L’equipaggio operativo ha verificato la presenza di un adorabile micino, con gli occhioni spaventatissimi, incastrato nel motore di un’auto.

La situazione si presentava molto difficile in quanto il motore della vettura non lasciava spazio per infilare mani per poter raggiungere il povero gattino che ancora più impaurito si nascondeva in una piccola intercapedine tra il motore e la carrozzeria.

IL P.T della Gadit faceva avvicinare un altro veicolo veloce di questa associazione, un’Alfa Romeo 156 Q4 e un altro equipaggio con a bordo il Medico Veterinario in modo da intervenire in maniera rapida nel caso in cui il gattino riportasse ferite in questa operazione di salvataggio.

Le Guardie Zoofile della Gadit, con l’autorizzazione e collaborazione del proprietario del veicolo, anche egli in preoccupazione per il povero felino, provvedevano a smontare un carter di plastica che proteggeva il motore così da poter liberare il povero animale incastrato.

Dopo un’ora si è conclusa l’operazione nel modo sperato con la liberazione del gattino che è stato visitato dal medico veterinario convenzionato con questo ente, che oltre alla paura e qualche graffio non ha riscontrato altri traumi o lesioni.

Il micino è stato  riaffidato al padrone di casa. “In molte occasioni la Gadit Avellino interviene per salvare gattini che si nascondono nei vani auto –  dichiara Antonio Pepe presidente Guardie Ambientali D’itala sez. Provinciae e Comunale di Avellino –. Questo perché, probabilmente, quando sono ancora molto piccoli e spaventati lo vedono come un ottimo rifugio. Inoltre, soprattutto in inverno, sentono tali vani come luoghi calde dove potersi riparare.

Quello che appare certo – aggiunge il P.T della Gadit Av  – è che se il proprietario non si accorge della presenza del gatto e avvia l’auto, può succedere un disastro: ci sono molte possibilità che il povero animale sia straziato dagli organi in movimento o che si ustioni con il caldo del motore”.

IL P.T della Gadit ci tiene a ringraziare i suoi volontari per l’impegno e il tempo che mettono a disposizione per questa Associazione.

Anche essendo pochi riescono ad essere presenti nei vari servizi di vigilanza ambientali, nei servizi convenzionati con Comuni della Provincia di controllo della raccolta differenziata, il servizio di pet-taxi di accompagnamento di animali per la toolettatura e le visite dal proprio veterinario,  e nelle varie operazioni di soccorso che siamo chiamati a svolgere utilizzando pochi fondi che abbiamo a disposizione e comunque garantendo la presenza di varie vetture su tutto il territorio irpino per la vigilanza ambientale e zoofila.

La Gadit Avellino è aperta a tutti quelli che si riconoscono nelle attività svolte da questo ente .