Avellino, terzo ko di fila: 2 a 0 contro la Cavese

Cavese-Avellino: 2-0

CAVESE (4-3-3): Bisogno; Rocchi, Marzorati, Matino, Nunziante; Matera, Favasuli (25′ st D’Ignazio), Bulevardi; Di Roberto (12′ st Addessi), Germinale (25′ st El Ouazni), Sainz-Maza (6′ st Russotto). A disp.: Kucich, Polito, De Rosa, Marzupio,  Stranges, Spaltro, Guadagno, Goh All.: Campilongo.

AVELLINO (5-4-1): Tonti; Celjak, Illanes, Morero (33′ st Zullo), Laezza, Parisi; Micovschi (32′ st Carbonelli), De Marco (19′ st Silvestri), Di Paolantonio, Rossetti (9′ st Alfageme); Charpentier. A disp.: Pizzella, Abibi, Njie, Evangelista, Petrucci. All.: Ignoffo.

MARCATORI: 7′ st Russotto, 48′ st Adessi

ARBITRO: Longo di Paola.

Guardalinee: Stringini-Micaroni.

Espulso: 30′ st Illeanes (AV), Allontanato Campilongo in pieno recupero. Ammonito: Mattera, Matino, Germinale (CA) ANGOLI: 5-1 Avellino. Rec: 1′ pt; 7′ st

 

 

LE SCELTE – 3-5-1-1 per l’Avellino con Tonti in porta, difesa composta da Illeanes, Morero e Laezza; Cejlak, De Marco, Di Paolantonio, Rossetti e Parisi in mediana con Micocvschi alle spalle di Charpentier. Modulo che diventa un 5-4-1 in fase difensiva. Il tecnico Ignoffo deve rinunciare ad Albadoro, Palmisano e Karic.

LA GARA – Nei primi 20 minuti del match nessuna azione pericolosa da una parte e dall’altra. Al 21′ punizione a giro di Micovschi con Bisogno che salva in angolo.

Un minuto dopo angolo di Di Paolantonio, cross di Parisi per la testa di Charpentier. Sul fondo. Ma la posizione della punta era irregolare.

L’Avellino prova a salire di intensità. Biancoverdi che si difendono con estremo ordine e cercano di sfruttare al meglio il loro contropiede.

Al 23′ azione personale di Rossetti che si libera di due avversari, giunge al limite ma calcia debolmente.

Al 27′ progressione di Micovschi che serve Rossetti, quest’ultimo calcia dalla distanza e tira alto.

E’ un Avellino più incisivo rispetto ai metelliani. Anche se i lupi non trovano il gol. Al 38′ si fa viva la Cavese con Germinale, tiro dai 30 metri che finisce al lato.

Al 41′ grande salvataggio di Cejlak su Maza.  Al 44′ Charpentier lancia in profondità  Micovschi che entra in area e calcia, tiro che si stampa sul palo. Avellino vicinissimo al gol.

Un vero peccato, considerata l’occasione capitata all’esterno.

Al 46′ Di Paolantonio calcia una punizione alta sulla traversa. Molto meglio i lupi nella prima frazione.

 

SECONDO TEMPO – Al 7’ vantaggio della Cavese, Bulevardi mette in mezzo per l’accorrente Russotto che giunto in area, di destro, realizza l’1-0, dopo un bel velo di Di Roberto.

L’ex Catanzaro era subentrato a Maza. Avellino in bambola dopo la rete metelliana. All’ 11’ è Bulevardi di destro a provarci, pallone sul fondo.

Cavese che ha la chance di raddoppiare. Meglio i padroni di casa in questa fase. Al 16’ destro di Bulevardi che si spegne sul fondo. L’Avellino non riesce per nulla a reagire.

Al 24’ ci prova in area Di Paolantonio, si salva la difesa. Al 26’ i lupi sprecano malamente con Alfageme che non riesce a concretizzare su assist di Charpentier. Micovschi dopo un buon primo tempo, nella seconda frazione è sparito.

Al 30’ l’Avellino rimane in dieci per l’espulsione di Illeanes. Tiro da dimenticare di Silvestri dalla distanza.

Al 34’ un super Bisogno salva su un colpo di testa di Alfageme da distanza ravvicinata.

Al 47’ è Cejliak crossa al centro per la testa di Charpentier. Pallone alto.

Al 48’ è Addessi su cross di Russotto a raddoppiare dando così il colpo di grazia agli irpini di Ignoffo.

Ci prova Di Paolantonio a pochi secondi dalla fine con il suo tiro che viene deviato in angolo.

Terzo ko di fila per l’Avellino, un ko pesante per i lupi che dimostrano ancora una volta di avere una squadra corta e con poche alternative.

Di Somma dice che non vuole tornare sul mercato, ma qualcosa va fatto. Tifosi biancoverdi arrabbiati e dispiaciuti al termine del match del Menti. Colloquio con la squadra.